Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- Antico metodo per sapere di quanti giorni è formato ogni mese dell’anno

Nella società moderna, con l’avvento del calendario cartaceo, conoscere il numero di giorni che formano formato i mesi dell’anno è diventato molto semplice. Il primo calendario cartaceo si ebbe nel

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- L’antico detto: “Pira nun facisti e miraculi vò fari?”

Era di uso comune tra il popolo siciliano parlare attraverso motti, proverbi, detti, che esprimessero, in modo conciso e diretto, un pensiero comune tramandato da generazione a generazione. Di queste

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- Le fave e il loro significato simbolico di legame trai i vivi e i morti

Uno degli ortaggi più consumati in primavera è la fava. Un antico detto siciliano recitava: “Aprili favi chini, s’un su ccà su a li marini” indicando il periodo in cui

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- I rituali festivi nella cerimonialità agraria al SS. Crocifisso del 3 Maggio

Fino alla riforma del Calendario Liturgico, il 3 maggio la Chiesa celebrava l’Inventio Crucis (dal latino inventio-onis: scoperta) dal popolo intesa Festa d’u Crucifissu.  La commemorazione fa riferimento al ritrovamento della Croce, nel

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- I Diavoli di maggio ossia i VENTI che soffiano del mese di MAGGIO

Anticamente i contadini siciliani sapevano che in questo mese nelle campagne soffiano venti più caldi e prorompenti, come il vento di “Sciroccu”. Venti caldi ma fastidiosi che portavano con sé

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- L’antico detto siciliano “I tri brillanti quaranta jorna tira avanti”

Nella tradizione “agro pastorale”, fatta di gente, di terra, di fatica, di raccolti, lo scandire dei giorni lavorativi era regolato dai mutamenti climatici. Tanti sono i detti e i proverbi

Attualità

Sanremo”Grazie dei Fiori e di Fiorello”

Si è concluso da pochi giorni Sanremo, il noto festival della 70 Canzone Italiana, un palcoscenico stratosferico e una conduzione professionale, ironica e condivisa…l’amicizia Tra Amadeus e Fiorello, ben 35

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- Antica usanza siciliana delle “burle” nel giorno dei SANTI INNOCENTI

Tra le tante tradizioni siciliani, una veramente curiosa è quella delle “burle” nel giorno dei SANTI INNOCENTI. Il 28 dicembre la Chiesa romana celebra il martirio dei bambini fatti uccidere

Musica

“Cantannu di Rosa” un cd dedicato a Rosa Balistreri

La Società Storica Catenese è un’associazione culturale fondata nel 1955. Ha lo scopo di mantenere vivo l’aspetto artistico, di difendere l’aspetto storico e monumentale, di promuovere attività culturali e di

Libri

Un viaggio verso la “Sicilia” di Nadia Scanziani

In quanti si sono soffermati,ad ammirare con stupore e curiosità, nella nostra amata Sicilia?! Sono migliaia e decine di persone,tra viaggi, scritti e ritratti. A ripercorrere,con parole ed immagini, lo

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “I bambini e i doni dei morti”. La festa siciliana dei murticiddi.

Il 2 novembre ricorre la “Commemorazione dei defunti”, chiamata dai siciliani la Festa dei Morti. La festività fu celebrata per la prima volta dalla Chiesa nel 998, per disposizione di

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “Quannu Annunziata veni di luni, si fa festa a Muntrauni”- sentenziava un antico detto barrese

I barresi, da buoni siciliani, motteggiavano su tutto. Alcuni detti traevano spunto da favole o leggende narrate per meravigliare e stupire grandi e piccini. Uno di questi detti trae spunto

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- L’antico detto siciliano “Parabbula significa tarantula ballerina”

Alcune favole che le nostre nonne, nelle serate invernali, ci raccontavano seduti attorno alla “conca”, si terminavano con l’espressione: “Parabbula significa tarantula ballerina (o nacalora)!” che tradotto diventa “La favola

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “Austu e riustu è capu di ‘mmernu”, sentenziava un antico detto siciliano!

Molti sono i proverbi e detti  siciliani riguardanti il tempo e le stagioni. Chi non ricorda l’antico proverbio che sentenziava: “Austu e riustu è capu di ‘mmernu”, ossia Agosto e Settembre

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “Facemu la vuluntà di Diu!” tratto dalla novella LU TISTAMENTU DI LU SIGNURI

Molti dei detti popolari siciliani derivano da leggende, novelle, per lo più inventante, a sfondo moralistico. Uno di questi è il detto “Facemu la vuluntà di Diu!” che spesso riteniamo.

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- il “rito della chiave” nel giorno in cui si festeggiano i santi Pietro e Paolo

La devozione popolare contadina ha sempre cercato aiuto e consiglio presso i Santi, mediante arcani “rituali” atti a proteggere o prevedere il futuro della propria famiglia. Nel giorno in cui

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- Le origini dell’antico detto “Troppa grazia Sant’Antonio!”

In occasione dei festeggiamenti in onore di sant’Antonio di Padova, che si svolgono il 13 giugno, vogliamo riproporre un detto molto antico che recita:“Troppa grazia Sant’Antonio!”.  Usato solitamente quando si

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità: “Hannu a passari sti vintinovi anni, unnici misi e vintinovi jorna!”

Chi lo ricorda? Chi non ha mai detto, sospirando, “Hannu a passari sti vintinovi anni, unnici misi e vintinovi jorna!”. Con questo detto, che riprende gli ultimi versi di un

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità: “Fidi ti salva no lignu di varca”- antico proverbio siciliano

Chi non ha mai sentito pronunciare la frase: “Fidi ti salva  no lignu di varca” (Fede ti salva  non già legno di barca). Da dove deriva questo proverbio? Spulciando tra i testi

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- PEPPE NAPPA: la più antica maschera siciliana

Carnevale è sinonimo di maschere. Non c’è regione italiana che non che non abbia una sua maschera, tutte prese in prestito dalla commedia dell’arte, e divenute in seguito emblema e

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- li ZORBI siciliani e l’antico detto “Cu lu tempu e cu la pagghia maturano li zorbi”

Durante una conversazione con un carissimo amico, amante delle tradizioni barresi e siciliane, esce fuori un’antico detto siciliano, conosciuto anche a Barrafranca: “Cu lu tempu e cu la pagghia maturano li

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “A Cucuzzedda du sunnu” e il suo utilizzo medicamentoso nella medicina popolare

Mi è stato raccontato che da piccola dormivo poco, soprattutto la notte. Mia mamma, stanca e affranta, si rivolse a un’anziana vicina che da anni si occupava di curare slogature

Cultura

Siciliani e Sicilianità- Credenza popolare siciliana: i nati di “Venerdì” sono esseri speciali

Io sono nata di Venerdì e mia mamma mi ha sempre detto che i nati in questo giorno sono speciali. Perché? Anche se il venerdì è considerato un giorno nefasto,

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- “Chi ti pozzano manciari li cani!” antica invettiva siciliana

Quante volte abbiamo sentito dire dalle persone più anziane “Chi ti pozzano manciari li cani!”. Ma cosa vuol dire? Ci troviamo di fronte ad un’invettiva siciliana, rivolta contro un uomo

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- I CIARAULI e la loro capacità di guarire i morsi di serpente

Tra le tante storie, leggende e tradizioni che caratterizzano la Sicilia, oggi parliamo dei Ciaràuli e della loro capacità di guarire i morsi di serpente. In Sicilia i CIARAULI (ciurmatori)

Siciliani e Sicilianità

Siciliani e Sicilianità- il Teatro Ditirammu di Palermo

Apprendiamo con rammarico che il Teatro Ditirammu di Palermo chiude i battenti. Ad annunciarlo Elisa e Giovanni Parrinello, con una lettera aperta letta alla fine dell’ultimo spettacolo estivo (notizia riportata

  • 1
  • 2