Valguarnera. Concluso il progetto di educazione ambientale all’istituto “Mazzini”

Valguarnera. Concluso il progetto di educazione ambientale all’istituto “Mazzini”

E’ giunto alla fine, per quest’anno scolastico, a Valguarnera il progetto di Educazione Ambientale “Uso e riuso: per un ambiente pulito” che Enna Euno ha condotto presso l’Istituto Comprensivo “G. Mazzini” di Valguarnera. La manifestazione sulla Raccolta Differenziata dei Rifiuti si è conclusa in presenza del Dirigente Scolastico Maria Rita Giarrizzo, del Sindaco Sebastiano Leanza, degli alunni, dei genitori, degli Insegnanti, di Rosa Termine e di Isabelle Cannarozzo di Enna Euno. Questi gli obiettivi del progetto di educazione ambientale che Enna Euno S.p.A. sta conducendo nelle scuole della provincia di Enna come favorire una maggiore conoscenza sui vari aspetti della questione dei rifiuti; creare consapevolezza dell’impatto che i comportamenti quotidiani di gestione dei rifiuti hanno sull’ambiente, e, infine, promuovere l’assunzione di comportamenti ecosostenibili. L’incontro ha rimarcato agli alunni che non si tratta soltanto di prendere coscienza dei pericoli causati dalla crescita indiscriminata dei rifiuti, ma anche di proporre soluzioni e azioni individuali e collettive. “Il rifiuto migliore – afferma la biologa Rosa Termine – è quello che non si crea! Solo adottando la filosofia delle 4R: Ridurre e poi Riusare, Recuperare e Riciclare, si può ridurre di almeno il 70% il quantitativo dei rifiuti indifferenziati da smaltire in discarica. Produrre meno rifiuti significa meno spreco di risorse, meno costi di smaltimento, meno energia consumata, meno gas climalteranti e, quindi, meno riscaldamento globale”. Gli alunni, con fierezza, hanno mostrato i lavori realizzati con materiali recuperati al fine di invogliare alla diminuzione dei rifiuti da conferire in discarica e a recuperare quindi preziosa risorsa; inoltre, si sono esibiti raccontando poesie e cantando a grande voce che occorre praticare la raccolta differenziata per proteggere il nostro Pianeta e noi stessi.Gli alunni partecipanti al progetto, infine, sono stati designati “Custodi della Natura” con un attestato firmato dal presidente di Enna Euno il dr. Antonino  Di Mauro e consegnato dal sindaco Leanza. Inoltre, gli alunni hanno ricevuto gadget forniti dai consorzi Corepla e Cial.

 

Previous Destina il 5 x mille al Comune di Barrafranca e contribuisci a realizzare un progetto di utilità sociale
Next Santa Rita da Cascia