“Chi ha paura delle leggi antimafia?”

“Chi ha paura delle leggi antimafia?”

- in Attualità

“Chi ha paura delle leggi antimafia?”,all’Ars una riflessione di resistenza contro l’attacco alla legislazione antimafia promosso dal Centro Studi “Pio La Torre” in occasione del 42° anniversario dell’uccisione di Pio la Torre e Rosario Di Salvo.

«Bisogna ostacolare l’attacco contro la legislazione antimafia da parte del centro destra, mobilitando tutte quelle istituzioni democratiche che hanno interesse a bloccare l’ingresso della mafia nelle istituzioni, nella società e nell’economia. È necessario, oggi più che mai, organizzare la resistenza e la controffensiva contro questo attacco alla legislazione antimafia che ha Pio la Torre come cuore e terminale».

Lo afferma il presidente emerito del Centro Studi Pio la Torre, Vito Lo Monaco, promotore dell’iniziativa che si svolgerà alle 16 di martedì 30 aprile nella Sala Piersanti Mattarella (Sala Gialla) dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Chi ha paura delle leggi contro la mafia? Dall’attacco alle misure di prevenzione alla necessità di un contrasto internazionale” è il titolo del pomeriggio promosso in occasione del 42° anniversario dell’uccisione politico-mafiosa di Pio La Torre e Rosario Di Salvo.

Un pomeriggio di riflessione e confronto con testimoni e diretti protagonisti di una stagione di lotta e di resistenza antimafia. A parlare saranno: il presidente emerito del Centro studi “Pio La Torre”, Vito Lo Monaco;il presidente della Commissione Antimafia all’Ars, Antonello CracoliciLucio Luca, giornalista, autore del libro “La notte dell’antimafia. Una storia italiana di potere, corruzione e giustizia negata”; Franco La Torre, figlio di Pio La Torre; Ernesto Ugo Savona, direttore di Transcrime International – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. A moderare l’incontro sarà il giornalista Concetto Prestifilippo. Gilda Sciortino

You may also like

l Conservatorio A. Scarlatti di Palermo sposa la musica leggera d’autore di Aida Satta Flores.

Il profumo dei limoni REPLANTED Con Corde. Un progetto