ROMA. Agricoltura. Grave crisi del comparto frutta in guscio, Trentacoste (M5s): “Prezzi in caduta libera, bisogna intervenire con urgenza”.

ROMA. Agricoltura. Grave crisi del comparto frutta in guscio, Trentacoste (M5s): “Prezzi in caduta libera, bisogna intervenire con urgenza”.

ROMA.  “In caduta libera i prezzi della frutta in guscio prodotta nel Sud Italia e in particolare delle mandorle siciliane e pugliesi, in media pari al 25-40 percento in meno rispetto all’ultimo quinquennio. I nostri produttori riusciranno così a malapena a coprire le spese di coltivazione e raccolta”. Così, il senatore del Movimento 5 Stelle Fabrizio Trentacoste che raccoglie il grido d’allarme lanciato dai produttori di frutta secca del Meridione e dell’Associazione Frutta in guscio di Sicilia e che chiede l’intervento immediato del Governo nazionale e di quello regionale. “Qui si rischia un vero e proprio tracollo, – afferma il parlamentare – si tratta, infatti, di una situazione pericolosa che non interessa solo l’agricoltore, ma tocca tutta la società civile delle aree interessate, con pesanti ricadute occupazionali per le aziende dell’indotto, a cui vanno aggiunti i danni ambientali per il rischio di abbandono del territorio”.  A tal proposito, il senatore, ha già presentato un emendamento al “Decreto Agosto”, riguardante la valorizzazione del settore della frutta in guscio per promuovere lo sviluppo competitivo del reparto, favorire programmi di valorizzazione e sostenere il rifinanziamento dei piani di settore. “È obbligo delle Istituzioni – dice Trentacoste – difendere i nostri prodotti di qualità da importazioni qualitativamente inferiori. Sento forte l’esigenza di manifestare tutta la mia vicinanza ad un settore importantissimo dell’agroalimentare italiano pesantemente vessato da una concorrenza spietata. A minacciare i nostri prodotti di altissima qualità, infatti, è la presenza sui mercati di prodotti di provenienza straniera scadenti e a basso prezzo. Ma la situazione, adesso, si è aggravata ulteriormente: sia per i gravi problemi provocati dal Covid – che per mesi ha bloccato i mercati della pasticceria, della gelateria, della confetteria, etc – sia per l’annunciata imminente invasione di mandorla californiana e spagnola a prezzi vergognosamente bassi”. “La strada da perseguire – conclude il parlamentare Cinquestelle – è quella di promuovere lo sviluppo competitivo del comparto, incentivare la ricerca e l’ammodernamento delle tecniche di gestione selvicolturale, favorire programmi di valorizzazione e sostenere il rifinanziamento dei piani di settore. Vanno messe in campo tutte quelle iniziative che possano fornire un concreto supporto al rilancio del settore della frutta a guscio”. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA. È nato il telegiornale comunale di Pietraperzia.
Next PIETRAPERZIA. Abbonamenti studenti pendolari e misure di sicurezza Anti-Covid