PIETRAPERZIA. Calogero Di Gloria, candidato sindaco di “Insieme per Pietraperzia”, chiede l’annullamento del bando per caposettore Urbanistica del Comune di Pietraperzia. 

PIETRAPERZIA. Calogero Di Gloria, candidato sindaco di “Insieme per Pietraperzia”, chiede l’annullamento del bando per caposettore Urbanistica del Comune di Pietraperzia. 

PIETRAPERZIA.  Se la sua richiesta, indirizzata all’attuale sindaco Antonio Bevilacqua, non verrà esaudita è pronto a ricorrere al Tar “con aggravio di spese per il Comune”. Calogero Di Gloria scrive: “Gli eventi degli ultimi giorni pretendono la giusta attenzione. Come vi ho già comunicato, abbiamo protocollato una richiesta di convocazione di consiglio comunale straordinario”. “Ma vi sono molte altre questioni – dice ancora Calogero Di Gloria – che pretendono la dovuta attenzione: uno tra quelli che, come candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative dei giorni 4 e 5 ottobre, sto al momento attenzionando riguarda la nomina di un caposettore” . “Probabilmente – aggiunge Calogero Di Gloria – in pochi saranno a conoscenza del fatto che, lo scorso mese di giugno, il nostro Comune ha bandito un concorso per l’assunzione temporanea di un caposettore che possa ricoprire la carica lasciata vacante diversi mesi prima,  in esito al pensionamento di un dipendente comunale che ricopriva tale ruolo”. Calogero Di Gloria continua: “Mi sono attivato immediatamente chiedendo al sindaco di revocare tale bando, rappresentando come inopportuna la scelta di bandire un concorso a distanza di un mese dalle elezioni e in assenza di situazioni di oggettiva urgenza, stante che, come accennato, il posto è vacante da svariati mesi, ma senza alcun riscontro da parte dell’Amministrazione”. “Dal nostro canto – conclude Calogero di Gloria – siamo pronti a ricorrere anche al Tar con aggravio di spese per il Comune. Con la speranza che non si debba giungere a questo, rinnovo l’invito già formulato a revocare il bando. Vi terrò, come al solito, debitamente informati”. GAETANO MILINO 

Previous PIETRAPERZIA. “Il Centro di Quarantena di via Barone Tortorici dovrà essere chiuso per ritornare ad essere un Cas, Centro di Accoglienza Straordinaria.
Next BARRAFRANCA. Due infermieri ammalati e salta la visita oculistica già prenotata.