L’alunna barrese SIMONA GIUNTA vince il primo premio al concorso “La Shoah, gli eccidi nazisti e i luoghi della guerra”.

L’alunna barrese SIMONA GIUNTA vince il primo premio al concorso “La Shoah, gli eccidi nazisti e i luoghi della guerra”.

La giovane barrese Simona Giunta durante la premiazione

La giovane barrese SIMONA GIUNTA, alunna della 3A del plesso “G. Verga” dell’Istituto Comprensivo “Europa” di Barrafranca (EN) ha vinto il primo premio al concorso “La Shoah, gli eccidi nazisti e i luoghi della guerra” indetto dal Comune di Castiglione di Sicilia (CT). La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 27 gennaio 2018 presso la Sala Consiliare del Municipio del paesino etneo, dove erano presenti le varie autorità nel campo scolastico e istituzionale, i dirigenti degli Istituti partecipanti, gli insegnanti, gli alunni e i loro genitori.

Simona Giunta e la sua docente prof.ssa Stella Avola

Al concorso hanno partecipato tutti gli alunni della classe 3A della scuola secondaria di primo grado “G. Verga” di Barrafranca, con referente la prof.ssa Stella Avola e ha vinto il primo premio nella Sezione C -“Scrittura creativa: racconto o poesia”, rivolto agli studenti della scuola secondaria I grado, la giovane SIMONA GIUNTA con la poesia “Quei giorni bui”, con la seguente motivazione: “Il lavoro poetico esprime lo strazio di un dolore esistenziale che annulla la dignità umana. Giornate senza colore e volti rassegnati caratterizzano una esistenza umana alienata dalla sopraffazione e dalla violenza delle azioni e delle armi.” Grande soddisfazione per la sua insegnante prof.ssa Stella Avola, presente alla premiazione, per il dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo “Europa” di Barrafranca dott. Filippo Aleo e il corpo docente.

La lapide con i nomi delle 16 vittime della strage

Alla sua prima edizione, il concorso è stato bandito in occasione della Giornata della Memoria 27 gennaio con lo scopo di recuperare e perpetuare il ricordo dei luoghi della II guerra mondiale e delle stragi naziste avvenute sul territorio nazionale e nello specifico quella avvenuta a Castiglione di Sicilia il 12 agosto del 1943. Il concorso era rivolto agli alunni delle classi quinte di scuola primaria e a tutte le classi di scuola secondaria di I grado e scuola secondaria di II grado di tutta la Sicilia. Agli studenti è stato chiesto di raccontare, attraverso elaborati scritti e disegni, le loro impressioni sui temi come la Shoah, le guerre, le stragi. Si tratta della prima strage nazista sul territorio italiano, sconosciuta e dimenticata per tanti anni. Ricordiamo l’evento: era l’alba del 12 agosto 1943 quando le truppe tedesche – in ritirata dopo lo sbarco dell’esercito anglo americano nelle coste della Sicilia – compirono uno dei massacri più violenti durante la loro occupazione nel nostro Paese. A essere uccisi furono Nicolò Camardi, Francesco Cannavò, Giuseppe Carciopolo, Antonino Calano, Nunzio Costanzo, Giovanni Grifò, Giovanni D’Amico, Francesco Di Francesco, Salvatore Di Francesco, Giuseppe Ferlito, Vincenzo Nastasi, Salvatore Portale, Santo Purello, Giuseppe Rinaudo, Carmelo Rosano e Giuseppe Seminara. Nel 2002, per tale eccidio il Comune di Castiglione di Sicilia è stato insignito della medaglia di bronzo al valor civile dalla Presidenza della Repubblica.

Rita Bevilacqua

Previous Presso la Biblioteca Comunale di Barrafranca si è svolta la manifestazione “In biblioteca: racconti, fiabe e filastrocche di carnevale”
Next Video/ Si respira Aria di festa per la presentazione del carnevale Barrese 2018