I consiglieri comunali: ” Perchè non risulta nessuna delibera di giunta sugli abbonamenti per i pendolari?”

I consiglieri comunali: ” Perchè non risulta nessuna delibera di giunta sugli abbonamenti per i pendolari?”

Lo chiedono al sindaco e all' assessore competente tramite un'interrogazione

I consiglieri comunali già nella recente seduta del consiglio comunale di lunedì scorso, hanno presentato una interrogazione sugli abbonamenti degli studenti pendolari. Il problema ha generato oggi una protesta da parte anche di un comitato spontaneo “Genitori – studenti” che rivendicano come il diritto alla studio sia venuto meno. A presentare l’interrogazione 14 consiglieri comunali (primo firmatario Giovanni Patti) dove nel documento consegnato al presidente del consiglio comunale Calogero Zuccalà si fa ad una premessa secondo cui “il comune deve provvedere ad assicurare il trasporto scolastico agli alunni della scuola dell’obbligo e delle scuole medie superiori che si recano presso altro comune per frequentare scuole pubbliche statali”. La Regione Siciliana per legge assegna ai comuni l’ammontare delle spese sostenute per il trasporto scolastico e che con decreto dell’assessore regionale alle infrastrutture dal 2013 ha stabilito le nuove tariffe da far applicare alle autolinee extraurbane. “ Considerato che il sindaco con un suo documento pubblico ha affermato che il comune, se il consiglio non approva il piano di riequilibrio è impossibilitato a garantire gli abbonamenti per gli studenti pendolari – affermano i consiglieri firmatari dell’interrogazione – rileviamo che questa notizia è infondata e da uno studio effettuato risulta che comuni che hanno dichiarato il dissesto nel 2015 garantisce il beneficio per i pendolari. E’ il comune di Mirabella Imbaccari”. All’interrogazione i consiglieri hanno presentato anche una copia della delibera del comune catanese di Mirabella Imbaccari dove il servizio per il trasporto scolastico è stato attivato e  nonostante in questo ente lo scorso 29 giugno il Commissario Straordinario avesse dichiarato il dissesto finanziario. I consiglieri sottoscrittori del documento chiedono spiegazioni al sindaco e all’assessore ai servizi sociali per sapere come mai non risulti una delibera di giunta per gli abbonamenti relativo all’anno scolastico 2015-2016.

Previous Nozze di diamante per i coniugi Luigi e Maristella Piazza
Next La nuova guida illustrata “Io e te bambini per sempre”