CATANIA/«Assedio» al Castello Ursino con la presentazione del romanzo di Vincent Spasaro. Concerto Live dei Living Stilts con “Shipwreck”.

CATANIA/«Assedio» al Castello Ursino con la presentazione del romanzo di Vincent Spasaro. Concerto Live dei Living Stilts con “Shipwreck”.

«Assedio» al Castello Ursino. Sembra un gioco di parole e invece è il titolo del romanzo di Vincent Spasaro che le Matte da Leggere, le giornaliste Carla Condorelli e Mariangela Di Stefano, curatrici dell’omonimo blog, presenteranno mercoledì 1 luglio, alle 20:30, all’interno della corte del maniero federiciano. E come ormai le Matte da Leggere vi hanno abituato, la presentazione sarà speciale. La presentazione dell’horror fantasy «Assedio» (Edizioni Anordest), infatti, sarà seguita dalla presentazione e dal concerto live dell’album «Shipwreck» dei Living Stilts, i cui testi sono opera della mano di Vincent Spasaro. Un unico autore, dunque, per due volti diversi e un’occasione unica, visto che quello che si terrà all’interno della corte di Castello Ursino sarà il primo live integrale dell’album dedicato al tema del naufragio e ispirato alla narrativa fantastica. «Assedio» è il secondo romanzo di Spasaro e prima di essere pubblicato dalla casa editrice Anordest era uscito, in versione ridotta, per Mondadori nella collana “Segretissimo”, in distribuzione nelle edicole. Il genere letterario di appartenenza è l’horror fantasy che sconfina nel dark thriller. Ambientato a Sarajevo, durante la guerra in Jugoslavia, racconta la storia dell’agente Stefan Weiss e di quella che sarà per lui una notte davvero inquietante e speciale. Chiamato a pattugliare un vecchio palazzo, scopre la Stanza 41, in cui avvengono atroci omicidi e da cui le persone sembrano non fare più ritorno. L’Osservatrice dell’ONU Elèna Hahn-Kraus deve risolvere il caso prima dell’alba per evitare un incidente internazionale e decide di affidarsi al Cieco, negromante dalla dubbia fama e dalle origini avvolte nel mistero. Un tutto in una notte, ma in quella notte infinita il destino ha in serbo un’avventura agghiacciante, nei cunicoli di un labirinto senza tempo capace di ingoiare le anime. Varcata quella porta, lo scenario di guerra, cecchini e stragi, lascia spazio a un altro orrore dove un vasto campionario di elementi fantastici emerge con tutta la sua potenza e modernità: cacciatori di fantasmi, evocatori di demoni, entità mostruose e metafisiche. Nella Sarajevo di Vincent Spasaro, stretta nella morsa dell’assedio più spaventoso che l’Europa abbia visto dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, il tiro di un cecchino non è la peggior sorte cui andare incontro. Anche i demoni temono la Stanza 41. Cinematografico, cupo e visionario, fra colpi di scena e rivelazioni, il romanzo è una continua scoperta. A seguire, il live dei Living Stilts (Maria Tomasello – voce , Antonio Bella – voce, Ben McGuire – recitazione e traduzioni, Alfredo Cassotta – batteria e percussioni , Vincent Spasaro – testi e concept, Luca Mavilia – tastiere, arrangiamenti, voce, programming, mixing e mastering) con il loro primo concept album «Shipwreck», costituto da 14 tracce. «Shipwreck» è incentrato sul naufragio di un vascello. All’interno dell’album diverse voci impersonano i viaggiatori, la loro tragedia e le loro storie. Si tratta di un concept molto vario per sonorità e influenze, in cui il progetto si sposa con sonorità cristalline e rock. L’incontro letterario-musicale è organizzato dal team di Karma Communication e Officine Culturali, le due realtà imprenditoriali che insieme hanno dato vita al CUB – Castello Ursino Bookshop. La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione ai numeri 095 7102767 – 3349242464.

INFORMAZIONI SULL’AUTORE                                                                                                           Vincent Spasaro è nato a Roma nel 1972. Ha pubblicato l’horror paranormale “Assedio” (Mondadori 2011, ripubblicato nella versione originale da Anordest nel 2014) e il dark fantasy “Il demone sterminatore” (Anordest 2013). È stato tre volte di seguito finalista al Premio Urania e una al Solaria. Ha curato per anni la collana di letteratura weird “Fantastico e Altri Orrori” delle Edizioni Il Foglio.

Previous Dopo 73 anni rientrano a Barrafranca (EN) i resti mortali del soldato barrese Salvatore Bellanti
Next Convegno a Messina a cento anni dall'entrata dell'Italia in guerra nell'aula magna dell'Università