DISPONIBILI I VIDEO, Balli e giochi al Consorzio di riabilitazione CSR di Barrafranca

Barrafranca. Canti, balli e giochi che hanno rimarcato come l’integrazione sia un fattore fondamentale nella vita quotidiana. Ieri un’atmosfera gioiosa ha invaso il centro del Csr – Aias barrese di contrada Pozzillo in cui più di trecento diversamente abili assieme agli operatori hanno festeggiato, ormai da cinque anni, la “Giornata della solidarietà ed integrazione” in occasione dell’inizio della stagione di primavera. Nella mattinata di mercoledì scorso assistiti e operatori dei vari centri di riabilitazione dei Csr sparsi in tutta l’isola hanno dato vita alla quinta edizione con il tema “In..Dolce..compagnia”. E di questa iniziativa sono stati i diversamente abili che frequentano il centro barrese i quali hanno offerto agli altri amici i dolci creati, con l’aiuto degli operatori, proprio dalle loro mani tra cui caramelle e varie prelibatezze. A partecipare all’iniziativa il direttore generale del Csr, ing. Francesco Lo Trovato, il presidente nazionale Aias, Salvatore Nicitra, i consiglieri nazionali Aias, Anna Longo di Gela e Lillo Vetriolo di Barrafranca, il segretario regionale Aias, Massimo Zacco e la presidente locale della sezione Aias barrese, Samantha Vetriolo; poi anche le assistenti sociali dell’ispettorato integrazione sociale del Csr Sicilia, Milena Bonomo e Anna Talbot. Non ha fatto mancare la propria presenza l’amministrazione comunale con l’assessore comunale Filippa La Loggia e il caposettore ai servizi sociali, Anna Schirò. “ L’Aias, presente in tutta Italia – afferma il presidente nazionale, Salvatore Nicitra – persegue finalità di utilità sociale, nei campi socio assistenziali, sociosanitari dimostra apertura verso il territorio per promuovere il diritto delle persone con disabilità alla riabilitazione, alla salute, all’educazione, all’istruzione, al lavoro e all’integrazione sociale”. I tanti assistiti sono arrivati dai vari Csr dell’isola, che svolgono attività di riabilitazione fisica e psichica ed inserimento sociale dei disabili: da Catania, Militello e Viagrande fino al trapanese (Mazara del Vallo, Alcamo, Salemi, Marsala e Paceco); dal nisseno (Caltanissetta) al siracusano (Melilli e Augusta) fino alla provincia ragusana ( Ragusa, Comiso, Modica, Pozzallo) e ovviamente a finire con l’ennese ( Enna, Barrafranca, Piazza Armerina e Nicosia). “E’ una grande soddisfazione afferma il direttore generale del Csr, ing. Francesco Lo Trovato – vedere ragazzi e ragazze disabili, stare in compagnia e trascorrere una giornata all’insegna della condivisione. Il Csr è una struttura autonoma che dialoga con gli assistiti, le famiglie e anche le istituzioni e da tanti anni svolgiamo attività rivolte verso la disabilità”. Ad animare durante l’intera giornata, grazie a balli, canti e giochi sono stati i barresi di “New Style Animation”, Filippo e Alberto Monica. “ Abbiamo festeggiato l’inizio di primavera – afferma Lillo Vetriolo – con il sole nonostante il maltempo dei giorni scorsi e vedere il sorriso di questi ragazzi da tanta energia per continuare a fare attività di questo genere. Da cinque anni viene rimarcato un tema diverso con il coinvolgimento dei vari assistiti perchè non dobbiamo dimenticare mai che i protagonisti sono loro ”. Coinvolte anche le associazioni locali di volontariato e di protezione civile con i “Ranger” diretti da Sara Fardella e l’Amico Soccorso del presidente  Gaetano Bernunzo.

I VIDEO DELL’EVENTO

 

 

 

 

 

Previous Corso di taglio e cucito nella parrocchia Madre della Divina Grazia
Next Settimana Santa barrese 2015, conferenza del 2012 sul restauro di Sant'Andrea apostolo