PIETRAPERZIA. Rapina all’ufficio postale di via Tripoli. Il bottino è di circa quarantamila euro.

PIETRAPERZIA. Rapina all’ufficio postale di via Tripoli. Il bottino è di circa quarantamila euro.

PIETRAPERZIA. Il colpo è stato messo a segno oggi verso le 13,15. A quell’ora alla posta c’erano pochi clienti. Il direttore Giuseppe Gangi aveva già predisposto per la chiusura. I malviventi, sembra che fossero tre, sarebbero entrati dalla porta laterale di piazza della Repubblica, 19. Tale ingresso, di solito, viene utilizzato come uscita di emergenza. I ladri, dopo essere entrati, avrebbero costretto gli impiegati a consegnare i soldi che stavano per essere rimessi nella cassaforte. Subito dopo avere messo a segno il colpo, i ladri sono scappati  attraverso le numerose vie che ci sono in zona. Sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri della stazione cittadina di viale Don Bosco per i rilievi del caso. I militari dell’Arma si sono trattenuti nell’ufficio postale per diverse ore e fino alla prima serata.

I carabinieri hanno avviato subito le indagini per cercare di identificare i ladri. In via Tripoli sono  arrivati pure funzionari di Poste Italiane. Sembra che all’ufficio postale di Pietraperzia sia arrivato anche personale del Ris. Durante il colpo, una cliente si è sentita male, forse per lo spavento, ed è stata soccorsa dal personale sanitario dell’ambulanza medicalizzata del 118. Non è la prima volta che l’ufficio postale di Pietraperzia viene “visitato” dai ladri. Alcuni anni fa, un gruppo di malviventi aveva asportato, di notte, il postamat utilizzando un bobcat ed un camion con gru. I due automezzi erano stati rubati in precedenza in un cantiere edile di Pietraperzia. Anche allora il bottino era stato molto sostanzioso. GAETANO MILINO

 

 

Previous Barrafranca. Il Partito Democratico, "Le dimissioni del sindaco un atto d'amore verso la città", il comunicato stampa
Next ENNA. Traffico internazionale di anabolizzanti via Internet. Undici arresti in varie parti d’Italia.