Barrafranca. Al via l’iter per la demolizione e la ricostruzione del Plesso scolastico G. Paolo II per la realizzazione di un asilo nido comunale.

Barrafranca. Al via l’iter per la demolizione e la ricostruzione del Plesso scolastico G. Paolo II per la realizzazione di un asilo nido comunale.

In questi giorni è stato avviato l’iter relativo alla demolizione e ricostruzione del Plesso scolastico “Giovanni Paolo II” finalizzato alla realizzazione di un asilo nido comunale.

Il progetto è stato ammesso a finanziamento per l’importo complessivo di € 2.376.284,00 nell’ambito del PNRR “Piano asili nido e scuole per l’infanzia”. Misura M4-C1-1.1

I lavori prevedono la totale demolizione e ricostruzione di un nuovo edificio a due elevazioni fuori terra (p.t. e piano primo) all’interno del quale riorganizzare gli spazi secondo i più recenti canoni funzionali. In tal senso, il piano terra ospiterà n. 3 sezioni di asilo nido con gli annessi spazi comuni. Il piano primo sarà occupato da ulteriori sezioni. I due livelli saranno collegati mediante una scala di adeguata dimensione al fine di eliminare all’origine ogni tipo di barriera architettonica. L’area occupata dal nuovo edificio rispetto la superficie fondiaria sarà inferiore rispetto alla precedente ma nel complesso l’edificio avrà una superficie totale lorda di circa 1.070 mq e quindi superiore alla precedente. Si prevede di realizzare impianti di riscaldamento “a pavimento” ed utilizzare tutti gli accorgimenti tecnici per ottenere un edificio in classe energetica almeno di categoria “A”.

Il complesso architettonico sarà improntato a creare ambienti luminosi e confortevoli.

L’attenzione a tutte le opportunità offerte dalle varie fonti di finanziamento – spiega la Commissione Straordinaria del Comune di Barrafranca ha portato a questo primo concreto risultato che, nel breve arco di tempo (il 31 maggio 2023 è il termine ultimo per l’aggiudicazione dei lavori), consentirà al Comune di Barrafranca di avere a disposizione una struttura scolastica moderna ed adeguata alle esigenze della collettività. Un ringraziamento va al responsabile del settore tecnico ing. Diliberto che, unitamente al personale dell’ufficio, ha saputo cogliere l’opportunità offerta dal PNRR”.

Previous PIETRAPERZIA. Numero massimo dei pazienti per i medici pietrini di Medicina Generale. Deroga temporanea concessa dall’Asp 4 di Enna.
Next PIETRAPERZIA. Nuova segretaria comunale.