Sanità, Sul Policlinico dichiarazione dei parlamentari 5 Stelle Fabrizio Trentacoste e Andrea Giarrizzo.

Sanità, Sul Policlinico dichiarazione dei parlamentari 5 Stelle Fabrizio Trentacoste e Andrea Giarrizzo.

Il senatore Fabrizio Trentacoste dichiara: “Policlinico Sicilia Centrale opportunità per i territori, sempre che non si tratti di bluff da campagna elettorale”. “Accolgo con favore la proposta di istituzione di un quarto Policlinico universitario in Sicilia, che serva le aree interne della nostra Isola. Il potenziamento dei servizi ai cittadini di questi territori è sempre un’opportunità da non perdere. Purtroppo, quanto dichiarato la settimana scorsa dall’Assessore Razza, durante la conferenza dei sindaci del Nisseno induce a sospettare che si tratti di promesse in vista delle elezioni regionali, prive di visione territoriale e capacità di programmazione. Gradire la proposta di un Policlinico a Enna, senza che l’Assemblea Regionale Siciliana ne sapesse nulla, salvo poi proporre un bizzarro modello diffuso su tre capoluoghi, svela il doppio gioco in atto per non scontentare nessuno. A mio avviso, la ‘Banda della Sanità’ continua a giocare, anche in questa occasione, una cinica partita elettorale sulla salute dei cittadini dell’Ennese”. Così, il senatore Fabrizio Trentacoste, in vista della riunione convocata dall’assessore Ruggero Razza, per l’istituzione di un Policlinico nella Sicilia centrale. “Ritengo errato, – continua il senatore Cinquestelle – alimentare contrapposizioni tra Enna e Caltanissetta. Nessuna contesa tra le due città e le rispettive ex province, piuttosto, serve una politica territoriale comune, lungimirante e scevra da divisioni. Si tratta di territori contigui, con storie e problematiche simili, le cui sorti non saranno diverse. Dobbiamo lavorare in sinergia, progettare secondo una visione d’insieme, per beneficiare della straordinaria occasione del Pnrr, potenziando le infrastrutture, migliorando la qualità della vita dei cittadini. In tale contesto, Enna presenta le condizioni per accogliere un Policlinico, possedendo le strutture del nuovo Ospedale Umberto I, del vecchio ospedale di Enna Alta, l’ex Ciss, ancora inutilizzato, e l’Università Kore”. “Mi auguro che la discussione delle prossime settimane sia proficua e concreta, lontana da logiche elettorali e clientelari che hanno fin qui compromesso lo sviluppo del nostro territorio” conclude Trentacoste. L’onorevole Andrea Giarrizzo, da parte sua: scrive: “Enna. Policlinico, Giarrizzo (m5s): deputazione nazionale del territorio sia invitata al tavolo”. “Dare vita ad un Policlinico nel territorio della Sicilia centrale raccoglie senza dubbio il mio favore. Una grande opportunità per le città di Enna, Caltanissetta e Agrigento che va nella direzione di un concreto potenziamento dei servizi messi a disposizione dei cittadini e, più in generale, di queste aree che più di altre soffrono la perifericità dai grandi centri dell’Isola e dagli attuali tre Policlinici presenti in regione. Proprio per la rilevanza di tale proposta, ritengo necessario che venga fatta chiarezza e vi sia trasparenza in tutto l’iter che ne conseguirà, anche nei confronti di chi, come me, rappresenta il territorio nelle sedi parlamentari nazionali. Non un dovere istituzionale, ma di certo una richiesta formale quella che avanzo oggi all’assessore regionale, e quindi di invitare a partecipare al tavolo anche i parlamentari nazionali del territorio. Non potremmo accettare, infatti, che all’origine di questi incontri vi sia celato l’ennesimo giochino elettorale, considerando che mancano ormai pochi mesi alle prossime elezioni regionali”. Così, il vicepresidente della commissione Attività produttive alla Camera, l’onorevole Andrea Giarrizzo, a margine del primo tavolo convocato dall’assessore Razza nel merito”. “In questo scenario, Enna, Caltanissetta e Agrigento devono alzare la testa, collaborare, lavorare e progettare in comune per beneficiare di fondi nazionali ed europei, e soprattutto pretendere miglioramenti dei servizi destinati ai cittadini, a tutto tondo. Colgo l’occasione, infine, per ribadire che Enna, ad oggi, è l’unica, tra le città richiamate, a possedere non solo strutture idonee, ma anche un’Università, la Kore, che offre corsi di laurea anche in ambito medico, considerando che già dal prossimo anno accademico 22/23 è stato previsto un corso in scienze infermieristiche, mentre è già presente, sempre a Enna, il corso di laurea in Medicina” conclude Giarrizzo. GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Si alla processione del Venerdì Santo, si attende adesso il nulla osta della Curia e della Questura.
Next GDF ROAN PALERMO. Abusi edilizi in prossimità del demanio marittimo. Sequestrato un immobile in fase di costruzione. Denunciati due responsabili.