PIETRAPERZIA. Al Comprensivo “Vincenzo Guarnaccia” Giornata della Memoria e del Ricordo delle vittime della mafia.

Con la manifestazione sono stati ricordati i giudici Giovanni Falcone, paolo Borsellino, Rosario Angelo Livatino ed altri Eroi dei nostri tempi. La manifestazione, svolta nell’aula magna del plesso “Guarnaccia”, aperta dal saluto della professoressa Daniela Rizzotto, dirigente scolastica del comprensivo “Vincenzo Guarnaccia” di Pietraperzia.  Lei ha dato il benvenuto ai ragazzi, due per ogni classe – date le restrizione imposte dalle norme anticovid -, al maresciallo Federico Resco e al brigadiere Francesco Milazzo – rispettivamente vicecomandante e militare della stazione carabinieri di Pietraperzia. Saluti anche da Emiliano Spampinato, presidente della Associazione “Amici della Biblioteca” di Pietraperzia, che ha donato alla scuola il libro “Non chiamatelo ragazzino. Rosario Livatino, un giudice contro la mafia” di Marco Pappalardo, Paoline Editoriale  Libri. Gli alunni sono stati preparati e guidati dal team docenti Cinzia Caminiti, Rita Ficarra, Elisa Gentile, Rosalinda Nicolosi, Maria Pititto, Calogero Pitruzzella, Erminia Viola. Dopo il saluto della dirigente scolastica, il vicario Mirko Gangi ha eseguito al pianoforte un brano di musica classica. Subito dopo, il maresciallo Federico Rescio ha sottolineato l’importanza fondamentale del rispetto delle regole. Al termine del suo intervento, Emiliano Spampinato ha letto alcuni passi tratti dal libro. I ragazzi hanno presentato poi le loro produzioni. Al termine della giornata, canto corale dell’inno regionale siciliano “Madre Terra”. GAETANO MILINO       

Previous PIETRAPERZIA. “L’importo della TARI fatturato per l’anno 2021 non è stato aumentato”.
Next DISASTRO AMBIENTALE ALLA DIGA SCIAGUANA: DOPO LA REGIONE ADESSO ANCHE LA PREFETTURA DI ENNA APRE UN’INDAGINE