PIETRAPERZIA. Approvato dal consiglio comunale uno stanziamento di 140m mila euro.

PIETRAPERZIA. Approvato dal consiglio comunale uno stanziamento di 140m mila euro.

PIETRAPERZIA.  Il gruppo consiliare “Insieme per Pietraperzia”, capogruppo Calogero di Gloria, ha diramato al riguardo, un comunicato. Questo quanto si legge nel comunicato: “In sede di consiglio comunale abbiamo raggiunto un ottimo risultato per la cittadinanza pietrina”. “Il gruppo ‘Insieme Per Pietraperzia’ – si legge nello stesso documento – ha presentato al consiglio comunale un emendamento per investimenti su opere pubbliche in materia di efficientemento energetico e sviluppo del territorio”. La cifra ammonta a 140 mila euro. Saranno destinati 70 mila euro per la manutenzione e sostituzione illuminazione pubblica (quartiere Terruccia, contrada Cava e là dove necessita una urgente ristrutturazione. Gli altri 70 mila euro riguarderanno l’efficientemento energetico per i pozzi dell’acquedotto rurale. “Grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale che ha accettato e votato all’unanimità – si legge nello stesso comunicato di “Insieme Per Pietraperzia” – le succitate somme saranno già impiegate a partire da gennaio 2021. Questo risultato determinerà non solo il miglioramento  del sistema di illuminazione ma manche un ingente risparmio per la nostra comunità”. “Nel corso della seduta di consiglio comunale abbiamo voluto fare chiarezza in merito alla riunione tenutasi venerdì 27 novembre 2020 a Palermo negli uffici direzionali dell’Anas per la problematica della SS 640 Dir. “Come abbiamo più volte ribadito – scrivono ancora “Insieme per Pietraperzia” – la situazione è ancora sotto monitoraggio, non possiamo dare date certe per la riapertura. Ci è stato assicurato, da parte dei funzionari Anas presenti alla riunione, che, per velocizzare i lavori di riapertura del tratto, saranno installati dei sistemi innovativi, ovvero dei sensori sulla frana e sui piloni con chiusura a sbarramento sia in entrata che in uscita sul tratto interessato. Ciò permetterà di monitorare la frana. Nel caso in cui venissero segnalati dei movimenti pericolosi, gli stessi, automaticamente, si chiuderanno evitando il transito alle vetture”. “Come gruppo politico – scrivono ancora i consiglieri comunali di “Insieme per Pietraperzia” – abbiamo proposto al dirigente Anas architetto Nico Curcio di non abbandonare del tutto l’alternativa delle Chianiole. Questa alternativa può tornare utile nel caso in cui si verifichino problematiche come quelle che oggi ha portato alla chiusura della SS 640 Dir.” Inoltre si legge nello stesso comunicato di “Insieme Per Pietraperzia – lo stesso si è impegnato a fare un sopralluogo per verificare le condizioni allo stato attuale. A Dicembre, data da fissare, ci sarà un altro incontro preso gli uffici direzionali Anas a Palermo per verificare lo stato di avanzamento dei lavori”. E concludono: “Vigileremo sulla questione e daremo notizie e aggiornamenti sempre per il bene di Pietraperzia”. GAETANO MILINO          

Previous Barrafranca. Al via i lavori al campo sportivo, il 4 dicembre la cerimonia di consegna.
Next Troina e Agira (EN). Arrestate due persone e denunciate altre cinque.