PREGHIERA-CONCERTO “MADRE IO VORREI”

PREGHIERA-CONCERTO “MADRE IO VORREI”

Le nostre voci dicono: il Respiro del Canto si fa Benedizione!

Con il canto vogliamo esprimere l’universale linguaggio della musica come efficace strumento di evangelizzazione per farne una lode a Dio.

Il “coro Magnificat” diventa fraternità avvolgente sotto l’azione musicale. Martedì 8 settembre 2020, alle 21.30 nel sagrato della Parrocchia Maria SS. della Stella il “coro Magnificat” si unisce per cantare alla Madre di Dio e con Lei raggiungere ogni cuore scavato dalle piaghe della sofferenza affinché nessuno, in nessuna parte del mondo, si senta abbandonato dalla Madre.

L’iniziativa promossa proprio nel giorno della festa di Maria SS. della Stella dal parroco Don Lino Giuliana, al quale va il nostro grazie, si fa dono per la nostra corale in quanto si unisce nella comunione di preghiera con la chiesa universale. Questa, nella forma del canto, per l’intercessione della Madre presso il Figlio, sia balsamo per le nostre preoccupazioni e certezza in questo frammento di storia umana.

Con Lei, accanto a Lei, siamo certi di essere custoditi nel suo amore di Madre.

I brani proposti, liberano note di speranza e di fiducia, cantano un dialogo con la Madre di Dio ripercorrendo il mistero della vita terrena di Cristo per poi aprirsi al ringraziamento.

In questo tempo, come smarriti, siamo chiamati più che mai, a guardare Maria, la Stella che indica il cammino e illumina le notti della vita di ogni uomo, la Madre della speranza; a invocarla, a riscoprire la sua tenerezza materna e il suo amore per noi!

Lei, difesa dei deboli, salute dei malati, conforto di chi spera, stella per chi la invoca! A Lei questa preghiera che per sempre sarà vita, dolcezza e speranza nostra.

Con questi canti, che si fanno preghiera, vogliamo ricordare anzitutto i malati, coloro che sono stati colpiti da questa subdola pandemia, ringraziare e dare sostegno agli operatori sanitari e a quanti in questo momento fronteggiano lo stato di emergenza in cui tutta la popolazione si ritrova.

Con la stessa preghiera ringraziamo il Signore per la presenza di don Lino nella comunità ecclesiale barrese e per il bene seminato nei solchi di molti cuori. Affidiamo a Maria il suo nuovo cammino pastorale. Lei, la Stella più bella, sarà sempre per lui luce che splende nella notte.

“Coro Magnificat”

Previous PIETRAPERZIA. Mini focolaio coronavirus a Pietraperzia. Richiesta di un consiglio comunale straordinario dai consiglieri di opposizione.
Next Enna. Il Notaio Gianluca Abbate riceve il Gogòl n. 2803