Video / Un successo la I edizione 2017 della Fiera del Commercio, Artigianato e Agricoltura

Video / Un successo la I edizione 2017 della Fiera del Commercio, Artigianato e Agricoltura

Creare sinergia tra le aziende locali promuovendo le eccellenze intese anche come risorse umane. Questo lo spirito che ha entusiasmato da diversi mesi gli organizzatori della I edizione Fiera del Commercio, Agricoltura e Artigianato e che vede piazza Regina Margherita lo scenario idoneo per promuovere il commercio, il settore agricolo ma anche l’artigianato. Una piazza che è ritornata a vivere gli antichi fasti di un tempo in cui molte aziende promuovevano i loro prodotti ma la novità rispetto al passato è che questa volta oltre ai prodotti vanno promosse anche le risorse umane e le professionalità in ogni settore lavorativo.
La fiera, organizzata dal 23 al 25 giugno, è stata una iniziativa promossa dall’Associazione Fieristica Barrese dove fanno parte giovani figure imprenditoriali ma anche impegnati nel volontariato tra cui i barresi Tino Passarello e Josè Bonincontro. Presenti venerdì al taglio del nastro il vescovo della diocesi di Piazza Armerina, Rosario Gisana, il sindaco barrese, Fabio Accardi e i componenti della giunta comunale a partire dal vicesindaco Giuseppe Vetriolo, Luana Bevilacqua e Alessandro Salvaggio e poi anche il baby sindaco Daniele Cumia. A rappresentare l’arma dei carabinieri il comandante della stazione locale Pasquale Scordella mentre per la polizia municipale la comandante Maria Costa. “ Una iniziativa vista di buon occhio – affermano i giovani Tino Passarello e Josè Bonincontro – da parte delle aziende locali e dagli ambulanti provenienti da tutto il territorio siciliano che ringraziamo di cuore. La finalità per gli organizzatori è quella di far vedere Barrafranca protagonista, nonostante la crisi economica, al fine di creare una formula figura imprenditoriale che è quella di fare sinergia per far emerge al meglio un determinato prodotto e che sia eccellente in tutti i settori”. Ad incontrare tutti gli imprenditori e i rappresentanti delle aziende presenti nella fiera anche il vescovo Rosario Gisana il quale ha notato un certo dinamismo nel territorio iniziando dalla presenza dei giovani: “ Queste iniziative dove vi è la presenza anche dei giovani è un bell’esempio tanto che parlando con loro ho notato quella dinamicità e quella grinta che ci vuole per andare avanti in un momento non certo positivo. Ho visto nei loro occhi la speranza di produrre nel proprio territorio e che li premia perché si sentono vicino ai loro affetti più cari come ad esempio i loro familiari”. La piazza del centro storico, denominato negli anni Novanta il “salotto di Barrafranca” aveva perso il suo antico splendore ma dopo decenni con l’organizzazione di questa fiera la comunità barrese e anche l’amministrazione ha capito come il luogo assume un’importanza storica e “strategica” per le varie iniziative. Il comune, in mancanza di fondi, ha dato soltanto il patrocinio per l’evento. “ Un grazie va a chi ha organizzato l’evento – afferma il sindaco di Barrafranca, Fabio Accardi – perché non è facile garantire la promozione dei prodotti del nostro territorio e in un momento difficile come questo. Barrafranca è stata ed è un territorio molto laborioso dove accoglienza e della laboriosità in tutti i settori lavorativi la rendono una grande comunità. A dirlo non sono io ma raccolgo ogni giorno le impressioni di tante persone che incontro anche fuori dai confini del nostro territorio”. Oggi è l’ultimo giorno dei tre programmati per la fiera in cui è presente una scenografia “ad hoc” sulle tradizioni siciliane. Partecipate alcune degustazione dei prodotti tipici locali e poi balli tradizionali siciliani, spettacoli e animazione. Anche il raduno di tante auto d’epoca e le Fiat 500 nella mattinata di domenica hanno rimarcato la riuscita dell’evento.

Queste le aziende che sono presenti nella fiera in piazza Regina Margherita: “Arpa srl” di Sebastiano Aiello, “Ferramenta” di Alexandru, Garziano macchine agricole, Mocciaro macchine agricole, New Project Passarello, Record Impianti di Giuseppe Paternó, “TecnoEdil” di Salvatore Bevilacqua, “Teknocasa” di Alessandro Costa, Tipografia Ruggeri, Tomasella macchine agricole, Trovato macchine agricole, “Welcome Las Vegas”, Animali Papy di Josè Bonincontro, “One Way Animation” di Daniel Petrigna, “Agricol bio” di Giuliana, Enoteca di Alessandro Collerone e “Arredo In” di Gaetano Perri. Ad esibirsi sul palco anche alcune allieve di danza dell’insegnante Jessica Aiello che fanno attività nella palestra Shotokan Club. A dare un contributo notevole all’organizzazione della fiera anche diversi esercizi commerciali che hanno fatto da sponsor all’evento.

Previous Giacomo Serpotta in mostra a Palermo
Next Troina Avviato il “progetto obiettivo” per l’assistenza economica di 13 famiglie bisognose