Video/ Un super Totò Geraci vince il 4 Trofeo della Solidarietà




Dedica la vittoria a Francesco Ferreri e alla sua famiglia

wp-1476179705964.jpgA tagliare il traguardo podistico  del 4 Trofeo della Solidarietà valido come 15 prova regionale del Grand Prix di corsa su strada è stato il barrese Salvatore Geraci con il tempo di 32’ 12”, al secondo posto il mazzarinese Filippo Russo (32’ 12’ anche se con un millesimo di secondo in più) mentre sul terzo gradino del podio il ragusano Vincenzo Schembari (32’13’). L’Asd Barrafranca Running del presidente Antonio Bellanti ha organizzato il 4 trofeo podistico della solidarietà dedicato al piccolo Francesco Ferreri, dove oltre ai bambini delle scuole suddivisi in tre categorie ha visto la partecipazione di società di atletica isolane che si sono contesi l’ultima prova a livello agonistico per una migliore posizione nella classifica generale. Circa 500 sono stati i partecipanti in lizza per i 10 km, suddivisi in quattro giri di un circuito cittadino come corsa individuale (maschile e femminile) e di società. Presente il sindaco Fabio Accardi che ha dato il via alla 15esima prova del Garad Prix ed anche il vescovo Rosario Gisana.

La manifestazione ha prodotto altre due classifiche di donatori, una per i volontari dell’Avis e una della Fratres. ” E’ stata una bellissima esperienza – afferma il presidente della Running Barrafranca, Antonio Bellanti – e ringrazio tutti gli atleti e alla Running Barrafranca che mi ha collaborato per organizzare l’evento. Grazie a tutti di cuore”. Quest’anno l’iniziativa ha promosso anche il I Trofeo Aisa alla presenza del presidente regionale Giuseppe Colombo. Tra le varie categoria premiati anche due atleti di 83 anni Francesco De Trovato e Antonino Macaluso entrambi dell’Asd Sport Amatori. Importante il contributo di diverse associazioni locali di volontariato.

Un gesto di solidarietà lo ha regalato Vito Massimo Catania (arrivato quarto nella classifica generale con un tempo di 32′ 14″ il quale ha preso la carrozzina di Giusy Colombo, donna che convive la malattia dell’atassia, e ha compiuto il giro cittadino di circa 2,5 Km. Giusy con il marito Giuseppe Colombo, segue le gare di atletica da diversi mesi ed è ormai appassionata di corsa su strada e per lei è anche come un momento di socializzazione e di svago. Anche Giusy, grazie a Massimo Catania, è arrivata al traguardo felicissima ed ha dato un segnale di speranza a chi è malato atassico e al posto di uscire all’esterno si rifugia nella solitudine. Giusy La Loggia ha provato la gioia dell’esultanza quando si arriva al traguardo e lo ha fatto da vera campionessa con le mani in alto.

Gli organizzatori della Running Barrafranca alla fine della gara hanno consegnato i trofei ai vincitori realizzati da un’azienda di marmi Calabrese e poi donato alle donne una rosa rossa grazie all’offerta dell’azienda Faraci Papalia. Anche l’Aisa con il presidente Giuseppe Colombo ha realizzato a mano dei trofei donati agli atleti che si sono distinti.





FOTO

Previous E' tornato alla casa del padre Mons. Grazio Alabiso
Next Giornata della vista a Barrafranca