Pedalata archeologica dell’associazione ciclisti barresi e pietrini

Pedalata archeologica dell’associazione ciclisti barresi e pietrini





ciclisti 2PIETRAPERZIA  Pedalatori dell’Associazione ciclisti barresi e pietrini alla scoperta del territorio archeologico il team era coordinato da Alessandro Pilumeli presidente, Filippo Caffo vicepresidente e Gaetano Avola tesoriere, L’associazione è formata da circa 80 membri provenienti da Barrafranca e Pietraperzia, Il club nacque nel 1989 e fu fondato da Antonio Licata La pedalata ecologica ha avuto come epilogo la zona archeologica di contrada Runzi con attenzione alla “Mansio Romana”, citata dallo storico barrese Liborio Centonze e di cui parla Marco Tullio Cicerone nelle “Veirine”, i ciclisti hanno attraversato Barrafranca, Mazzarino, San Cono, Mirabella lmbaccari, Piazza Armerina, Pietraperzia, Mansio Romana di contrada Runzi, La carovana è stata formata da Giuseppe Gentile, Giuseppe Bongarrà, Giuseppe Marotta, Luca Tambè Salvatore Spagnolo,Alessandro Pilumeli, Gaetano Napoli
«La Mansio di contrada Runzi” afferma il professor Centonze era di grande importanza; perché in essa sostavano molti viaggiatori che si muovevano nel centro Sicilia e nella valle del l’Rimera, Certamente è una culla di civiltà per ché è il baricentro della zona»,



Previous Commiato alla diocesi di monsignor Giovanni Bongiovanni
Next Chiusa la villa comunale con un'ordinanza del sindaco per problemi inerenti alla salute e sicurezza pubblica