Le nuove generazioni e U TRUNU

Il Venerdì d'OTTAVA i ragazzi portano in giro il loro TRUNU

1656017_1366131946746462_2497898547610152776_nBarrafranca (EN). Venerdì 01 aprile 2016. Che dire! Le foto parlano da sole. Tanti ragazzi, stanchi e sudati, ammassarsi attorno ad un TRUNU, realizzato in questi giorni da un gruppo di ragazzi barresi, che hanno lavorato, i pomeriggi dopo la scuola,  alla realizzazione di una copia più piccola du TRUNU, uguale a quello portato in processione il Venerdì Santo a Barrafranca. Il venerdì di OTTAVA le nuove generazioni portano in giro il loro TRUNU, realizzato con le loro mani, con materiali poveri, di riciclo. 12321526_1366131800079810_5038622312490915524_nAttenti e infaticabili, lo hanno realizzato con perfezione e cura di particolari: firrizzu, baiarde, lanterne, munnu, sfera con Crocifisso, il tutto addobbato con le tradizionali schocche. Girano per alcune strade del paese al grido ieammisilicordia, si fermano davanti alle chiese che incontrano nel loro girovagare, cantano canzoni quaresimali, animati da una fervente voglia di dimostrare di esser grandi, coscienti di cosa vuol dire fede e tradizione. Anche loro credono nel Crocifisso, anche loro vogliono mostrare di saper fare, di essere artefici della storia e del folklore del loro paese. Come nel giorno del Venerdì Santo sono i loro padri a rendere omaggio al SS Crocifisso, portandolo in processione, cosi il Venerdì d’OTTAVA sono loro i protagonisti, portando in giro il loro TRUNU, il loro CROCIFISSO. Questa tradizione è molto radicata nel DNA dei barresi e le nuove generazioni lo dimostrano, anno dopo anno, con la costruzione di un modello di TRUNU alla loro portata, portandolo a spalla in quel modo particolare, che è tipico del nostro costume. Questo è lo spirito delle nuove generazioni, la forza delle tradizioni: lasciare ai posteri quello che noi e prima ancora i nostri padri, hanno realizzato.

Plauso a questi ragazzi che ancora credono nella forza delle nostre tradizioni, nella voglia di andare avanti nonostante le difficoltà. (Foto Enzo Di Gloria)

Rita Bevilacqua

Previous Versa caparra per acquisto auto: il contatto è avvenuto tramite internet ma poi si rivela una truffa
Next Domenica in ALBIS- Domenica della DIVINA MISERICORDIA