Mercoledì inaugurazione dell’ impianto di videosorveglianza alla presenza del prefetto Guida e del vice Capo della Polizia, Prefetto Matteo Piantedosi.

Mercoledì inaugurazione dell’ impianto di videosorveglianza alla presenza del prefetto Guida e del vice Capo della Polizia, Prefetto Matteo Piantedosi.

Il Centro operativo di Controllo è allestito presso la sede del Comando della Polizia Municipale.

Sarà inaugurato mercoledì 5 agosto alle ore 12.00, presso il Comune di Barrafranca, l’impianto cittadino di videosorveglianza e contestualmente anche il Centro operativo di Controllo allestito presso la sede del Comando della Polizia Municipale.
Il progetto presentato, a suo tempo, dalla Prefettura di Enna e dal Comune di Barrafranca per la realizzazione del predetto impianto, è stato interamente finanziato dal Ministero dell’Interno, con i fondi del PON Sicurezza, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Sicurezza per lo sviluppo” obiettivo convergenza 2007/2013.
Fra le linee strategiche del PON Sicurezza vi è la diffusione di un approccio integrato alla sicurezza e alla cultura della legalità, anche attraverso interventi di prevenzione e controllo che migliorino sul territorio le condizioni di sicurezza e legalità.
Il sistema è il frutto, anche di una intesa – realizzata nell’ambito dell’attività della Conferenza Provinciale Permanente – finalizzata ad implementare strategicamente gli strumenti di prevenzione e di contrasto ai fenomeni di micro o macro criminalità.
La cerimonia si svolgerà alla presenza del Prefetto di Enna, Fernando Guida, del Sindaco Salvatore Lupo, dei vertici delle Forze dell’Ordine e di Autorità Civili e Religiose.
Al termine dell’inaugurazione si farà visita al cantiere della “Casa di accoglienza per le donne vittime di violenza”, opera realizzata, su iniziativa della Prefettura di Enna e del Comune di Barrafranca, mediante ristrutturazione di un bene confiscato alla criminalità organizzata, grazie ad un finanziamento concesso dal Ministero dell’Interno.

Previous Unimpresa/ Comune Villarosa. Finanziamento (250 mila euro) a fondo perduto per un impianto fotovoltaico sul tetto del palazzo di città.
Next Sospesi dal 1 agosto i cantieri di servizio e intanto i lavoratori aspettano diverse mensilità arretrate.