“Immanuel Kant (1724-2024): 300 anni e … non sentirli”

“Immanuel Kant (1724-2024): 300 anni e … non sentirli”

Da Caltanissetta un concorso nazionale a premi rivolto alle scuole per la realizzazione di un video

Presidente di giuria lo scrittore Zap Mangusta

«Due cose riempiono l’animo di ammirazione e venerazione sempre nuova e crescente (…): il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me». È l’aforisma più rappresentativo di Immanuel Kant e uno dei più belli di tutta la storia della filosofia. Per celebrare il terzo centenario della nascita del filosofo di Königsberg,il 22 aprile, al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta si proietteranno i dieci video finalisti del concorso: “Immanuel Kant (1724-2024): 300 anni e … non sentirli”. Il concorso è in piena fase di svolgimento ed è rivolto agli studenti delle scuole medie superiori d’Italia che potranno partecipare entro il 28 marzo

I ragazzi che hanno studiato o che stanno studiando il pensiero di Kant, sono invitati a realizzare un breve video della durata massima di cinque minuti. Il concorso chiede espressamente di simulare un’intervista tra un giornalista e un fan del famoso filosofo tedesco. La giuria,che decreterà i tre vincitori del contestsarà presieduta dallo scrittore Zap Mangusta e composta dal sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino, dalla dirigente scolastica del liceo “Ruggero Settimo” Irene Collerone, dalla referente dell’USR di Caltanissetta ed Enna Alessandra Belvedere, dai rappresentanti della Consulta degli Studenti nisseni Aureliano Cereda e Matteo Lo Piano e dal presidente dell’associazione “Rosario Assunto” Salvatore Farina. I video saranno giudicati secondo i seguenti criteri: contenuto e coerenza del tema del concorso; bravura della recitazione delle ragazze e dei ragazzi dell’intervista e per il montaggio e la qualità tecnica del video. Per i primi tre classificati, sono previsti premi in denaro: al primo classificato andranno 1000 euro; il secondo riceverà 300 euro e 200 euro al terzo classificato.

Lunedì 22 aprile nel Teatro Regina Margherita di Caltanissetta, saranno proiettati e commentati, in collegamento on line con gli autori, i primi dieci video classificati. Durante la manifestazione si esibirà il cantautore Mariano Deidda. Il concorso è organizzato dall’associazione culturale Rosario Assunto”, in collaborazione con il Comune di Caltanissetta, il liceo “Ruggero Settimo” di Caltanissetta e con la Consulta degli studenti nisseniA sostenere la lodevole iniziativa, nata nella periferica città siciliana, è sceso in campo Zap Mangusta. Lo scrittore, attore, regista teatrale e autore d’importanti programmi televisivi e radiofonici, ha aderito con entusiasmo alla proposta di assumere l’incarico di presidente della giuria. Per iscriversi al concorso, basterà inviare la domanda, entro il 28 marzo, all’indirizzo mail: associazionerassunto@libero.it. Alla stessa mail, entro il 9 aprile,dovrà essere inviato il video in formato digitale. I dieci finalisti saranno decretati entro il 16 aprilei nomi saranno pubblicati sul sito del liceo “Ruggero Settimo”  https://www.liceorsettimo.edu.it/.

«Di fronte alle sanguinose guerre in corso, al tragico scenario della catastrofe ambientale, responsabile dell’apocalittico cambiamento climatico – commenta Salvatore Farina presidente associazione “Rosario Assunto” – il filosofo di Königsberg appare sempre più di un’attualità disarmante. Promuovere il suo pensiero è per noi un imperativo categorico. Kant con la sua preziosa ricerca filosofica continua a indicare all’umanità il sentiero più coinvolgente che deve percorrere se vuole giungere alla realizzazione della sua natura e all’agognata ‘Pace perpetua’. Per la nostra associazione, avere lanciato questo concorso nazionale significa intraprendere con coraggio e determinazione un importante percorso verso la valorizzazione delle risorse culturali del nostro territorio, a partire dal filosofo da cui prende il nome. Rosario Assunto, infatti, è nato a Caltanissetta nel 1915 e si è formato al liceo classico “Ruggero Settimo”. Traferitosi dopo il diploma a Roma, è diventato uno degli intellettuali più stimati del suo tempo: punto di riferimento tra gli studiosi della filosofia estetica applicata al giardino e al paesaggio. Adesso, la città che gli ha dato i natali e dove si è formato fino alla maturità, lo sta – finalmente – riconoscendo come profeta della metafisica della natura. Assunto era un fervente kantiano e il concorso è a lui dedicato, come l’ambizioso progetto “Il Giardino di Sofia”: un suggestivo sentiero per contemplare la bellezza e la sacralità della natura, che intendiamo realizzare nella città e nel suo territorio. Caltanissetta non merita di essere relegata agli ultimi posti nella classifica dei capoluoghi di provincia. Anche per questo, ci auguriamo che la nostra celebrazione del terzo centenario della nascita di Kant abbia una buona adesione da parte delle scuole di tutte le regioni d’Italia e un adeguato riscontro mediatico nazionale”.

Come partecipare al concorso

I partecipanti dovranno iscriversi entro il 28 marzo e produrre entro il 09 aprile un video della durata di cinque minuti in orizzontale e in formato MP4, virtualmente ambientato in una sorta di studio televisivo dove un/una giovanissimo/a giornalista intervista un/una ragazzo/a fan di Immanuel Kant. Partendo dai principali problemi che attanagliano la nostra epoca, le domande dovranno favorire le risposte che Kant avrebbe dato:

1)               Sul ruolo del bello e dell’arte nella vita umana;

2)               Sul senso e la funzione della libertà di espressione nella dimensione sociale;

3)               Sullo stretto rapporto tra comunità politica e relazioni internazionali.

 Si incoraggia il montaggio di immagini (video e/o fotografiche) che possano rinforzare il contenuto di ciò che si afferma durante il colloquio dell’intervista. 

I video, unitamente alla scheda di partecipazione (Allegato A), e a una liberatoria per la sua messa in onda con i nominativi di tutti presenti nel video stesso (Allegato B), vanno inviati tramite il programma di condivisione dati gratuito WeTransfer, utilizzando come mail destinatario associazionerassunto@libero.it. Per informazioni si può contattare la segreteria dell’organizzazione al numero 329 4252018. Caterina Ganci

You may also like

Addio al fondatore del Treno Museo di Villarosa. Lutto per la scomparsa di Primo David

La scomparsa di Primo David, fondatore del Treno