LA POLIZIA DI STATO DI ENNA ESEGUE ORDINANZA DI AGGRAVAMENTO DELLA MISURA CAUTELARE CON SOTTOPOSIZIONE AGLI ARRESTI DOMICILIARI A CARICO DI UN UOMO INDAGATO PER IL REATO DI STALKING IN DANNO DELL’EX MOGLIE

LA POLIZIA DI STATO DI ENNA ESEGUE ORDINANZA DI AGGRAVAMENTO DELLA MISURA CAUTELARE CON SOTTOPOSIZIONE AGLI ARRESTI DOMICILIARI A CARICO DI UN UOMO INDAGATO PER IL REATO DI STALKING IN DANNO DELL’EX MOGLIE

- in Leonforte


In ossequio a quanto disposto dal GIP presso il Tribunale di Enna, personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile di Enna e del Commissariato di P.S. di Leonforte ha dato esecuzione a un’Ordinanza di Aggravamento di Misura Cautelare a carico di un uomo di Leonforte – indagato per il reato di stalking in danno dell’ex moglie – sottoponendolo alla misura degli arresti domiciliari, per aver violato le prescrizioni contenute nella misura del divieto di avvicinamento alla p.o., emessa nel mese di maggio 2023. Le condotte persecutorie poste in essere dall’arrestato, reiterate nonostante la misura cautelare alla quale era già stato opportunamente assoggettato, sono culminate lo scorso 31.07.2023 con la deliberata violazione delle prescrizioni impostegli. Infatti, l’uomo ha consapevolmente violato il divieto di avvicinamento alla ex moglie mentre quest’ultima si trovava in compagnia di alcuni amici. Anche le dichiarazioni rese dai testimoni hanno confermato l’accaduto. A fronte di ciò, la Procura di Enna ha immediatamente chiesto l’aggravamento della misura in atto al Giudice per le Indagini Preliminari il quale ha disposto in tempi brevissimi la ben più grave misura degli arresti domiciliari a carico dello stalker, avvisandolo che, in caso di trasgressione, la misura potrà essere sostituita con quella della custodia in carcere.    Il Questore della Provincia di Enna ha espresso massima soddisfazione per l’esito dell’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Enna, che giunge appena qualche giorno dopo l’esecuzione di un analogo provvedimento restrittivo di altro soggetto ritenuto pericoloso, chiedendo ancora una volta alle vittime di reati così odiosi di denunciarli prima possibile in Questura, in modo da consentire agli investigatori di procedere tempestivamente ed assicurare una tempestiva tutela.

You may also like

PIETRAPERZIA. Area fitness alla villa comunale di viale Marconi.

Le attrezzature sono in fase di montaggio. per