BARRAFRANCA. Foglie d’ulivo con pesto di finocchietti selvatici e stracciatella di Enrico Pantorno.

BARRAFRANCA. Foglie d’ulivo con pesto di finocchietti selvatici e stracciatella di Enrico Pantorno.

Ben tornati! Oggi voglio presentarvi una pasta che vi farà leccare I baffi!
Sto parlando delle foglie d’ulivo (questo è il nome della forma di pasta) pesto di finocchietti selvatici e mandorle, con stracciatella fresca.
Siamo entrati in primavera e i finocchietti selvatici iniziano a ricoprire i campi. Non è raro incontrare gente che si ferma a raccoglierli lungo le strade subito fuori paese.
A me piacciono anche semplicemente saltati e con due uova “rriminati”, ma li ho voluti provare in un pesto molto Siciliano con un’acciuga, poco aglio, una manciata di mandorle e della ricotta salata (più siciliano di cosi non si può).
Per bilanciare la ricchezza di gusto del pesto ho aggiunto alla fine una bella stracciatella, fresca che con la sua acidità e cremosità aiuta a pulire bene il palato e a rendere il piatto più interessante.
(Volevo fare un piccolo ringraziamento a tanti lettori e lettrici che mi fermano per strada per dirmi che apprezzano le ricette e cercano di realizzarle. Se c’è qualche ricetta che vorreste vedere in questa rubrica, fatemi sapere alla mia mail pantornoenrico@gmail.com!)

Foglie d’ulivo con pesto di finocchietti selvatici e stracciatella.
Quantità per 4 persone
320 g Foglie d’ulivo
1 mazzetto finocchietti selvatici
1 spicchio d’aglio
100 g mandorle
50 g ricotta salata
1 acciuga sott’olio
200 g stracciatella fresca
Olio buono


Mettete a bollire una pentola capiente con del sale. Quando raggiunge il bollore, immergete i finocchietti lavati e tagliati a pezzi irregolari, per 2 minuti. Scolateli e mettete la pasta nella stessa acqua.
Spostateli in un bicchiere alto per frullarli insieme all’aglio, acciuga, olio d’oliva, mandorle e ricotta salata. Assaggiate il pesto prima di aggiungere sale, perché potrebbe essere già buono così, io ho aggiunto un pizzico di sale.
Cuocete la pasta al dente, e trasferitela in una padella per farla “maritare” col pesto. Aggiungete qualche mestolino di acqua se risulta troppo secca.
Impiattate, aggiungete la stracciatella e buon appetito!

You may also like

PIETRAPERZIA. Un prgramma ricco di eventi per iil 10° anniversario dello Sport Village.

Nel 2014 si presenta per Giuseppe Scaletta che