CALASCIBETTA. “Fattoria Sociale del Welcome”.

CALASCIBETTA. “Fattoria Sociale del Welcome”.

CALASCIBETTA. Sarà presentato alle 11 di giovedì 26 Maggio nella sede del Comune di Calascibetta, in via Maddalena II n. 86, a Calascibetta, il progetto “Fattoria Sociale del Welcome”.   Attività finanziata dalla Regione Siciliana, Assessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, Ufficio Speciale Immigrazione nell’ambito del progetto “Progetto P.I.U.” Su.Pr.Eme. (Percorsi Individualizzati di Uscita dallo Sfruttamento), co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Direzione Generale dell’Immigrazione e delle Politiche di Integrazione e dall’Unione Europea, PON Inclusione Fondo Sociale Europeo 2014-2020.  Si tratta di una delle 5 iniziative di co-housing e co-produzione finalizzate alla realizzazione di progetti pilota di agricoltura sociale innovativa che si realizzeranno mediante l’avvio di nuove imprenditorialità quale forma di accoglienza e inclusione socio-lavorativa di soggetti provenienti da paesi terzi per il contrasto allo sfruttamento del lavoro in agricoltura. Alla conferenza stampa, moderata dalla responsabile della Comunicazione del progetto, Gilda Sciortino, parteciperanno: il Sindaco di Calascibetta, Piero Antonio Santi Capizzi; Michele Sabatino, presidente dell’associazione capofila; Angela Natoli, presidente della Cooperativa “Incastri Creativi”. partner del progetto, presentato da una Associazione Temporanea di Scopo. Sarà presente la dott.ssa Michela Bongiorno, dell’ufficio speciale Immigrazione della Regione Siciliana. Ne fanno parte l’associazione Luciano Lama, ente promotore, mentre come partner il Gal Rocca di Cerere, la Società cooperativa Incastri Creativi, di Palermo, il Consorzio Sale della Terra di Benevento, la Euroconsult di Enna, l’associazione Centro Studi Aurora di Santa Flavia (Pa) Mediter di Palermo e il Comune di Calascibetta. Il progetto prevede la realizzazione e produzione di Agricoltura sociale innovativa mediante l’avvio di nuove forme di imprenditorialità, quale forma di accoglienza e inclusione socio-lavorativa di soggetti provenienti da paesi terzi per il contrasto allo sfruttamento del lavoro in agricoltura grazie ai terreni messi a disposizione dal Sindaco del Comune di Calascibetta e prevede il coinvolgimento di 20 cittadini immigrati. Beneficiari sono destinatari vulnerabili e marginali provenienti dai Paesi Terzi: vittime di sfruttamento soggetti a caporale; lavoratori sottopagati a cottimo; donne sfruttate; braccianti agricoli e precari. Coloro che vi potranno partecipare dovranno avere compiuto i 18 anni ed essere cittadini provenienti da Paesi terzi, vittime o potenziali vittime di sfruttamento. Per informazioni ONG Luciano Lama – via Civiltà del Lavoro 17 94100 Enna bassa tel 0935533211 – 336400471 mail asslama3@gmail.com GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. SIAMO TUTTI CAPACI … alla Scuola Don Milani.
Next Primarie del Partito Democratico del 26 giugno 2022. Comitato Piazza Armerina per Fabio Venezia.