PIETRAPERZIA. Scoperto un lastricato lungo più di tre chilometri in contrada Arcieri, territorio di Pietraperzia.

PIETRAPERZIA. Scoperto un lastricato lungo più di tre chilometri in contrada Arcieri, territorio di Pietraperzia.

La strada in pietra calcarea biancastra ricade tra la SP 10, la masseria Arcieri e il Vallone della Carusa. Difficile avanzare una datazione: si può ipotizzare che sia un tratto dell’Itinerarium Antonini che, in epoca tardoimperiale, collegava Catania ad Agrigento. Un altro tratto è stato rinvenuto a Barrafranca in contrada Galati, nei pressi della miniera di zolfo, verosimilmente sfruttata in epoca romana. Il basolato probabilmente congiungeva le stationes di Sophiana, in territorio di Mazzarino, e Petiliana, all’incirca corrispondente con Delia. Fonte della notizia è un articolo pubblicato da Filippo Salvaggio, appassionato di storia locale, nel suo blog dove auspica nuovi e qualificati studi in merito. GAETANO MILINO

Previous GDF ENNA: Lavoro sommerso,scoperti 26 lavoratori in nero o irregolari.
Next ASP Enna. Giornata Mondiale Asma 2022: iniziativa di sensibilizzazione a Piazza Armerina.