Troina. nuove regole per l’accesso al cimitero e funerali il 31 ott, il 1 e 2 nov.

Troina. nuove regole per l’accesso al cimitero e funerali il 31 ott, il 1 e 2 nov.

Le dispone un’ordinanza del sindaco Fabio Venezia, per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19

Troina, 26 ottobre 2020 – In vista dell’approssimarsi della Commemorazione dei Defunti e dato il peggioramento della situazione epidemiologica, che ha fatto registrare anche in città diversi casi di positività al Covid-19, il sindaco Fabio Venezia ha emanato stamane un’apposita ordinanza, con nuove regole per l’accesso al cimitero e lo svolgimento dei funerali, volta a contrastare la diffusione del contagio del virus ed a tutelare la salute pubblica.
L’accesso al cimitero, nelle giornate di sabato 31 ottobre e domenica 1 e lunedì 2 novembre, avverrà secondo le seguenti modalità: – l’apertura al pubblico, con orario continuato, è prevista dalle ore 8.00 alle ore 17.00;

  • l’accesso è consentito solo dall’ingresso centrale, dopo il rilevamento della temperatura corporea;
  • è obbligatorio indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza;
  • potranno accedere al massimo 60 persone, per non più di 30 minuti;
  • è necessario prenotarsi i giorni precedenti alla Sala operativa comunale, allo 0935/650259, dalle ore 9.00 alle ore 20.00, comunicando giorno ed ora in cui si intende effettuare la visita ai propri defunti;
  • le visite saranno regolamentate da apposito personale comunale, che consentirà l’accesso solo previo prenotazione;
  • l’accesso nelle cappelle delle singole confraternite sarà contingentato dal loro personale incaricato, che provvederà anche a collocare appositi dispositivi per la sanificazione delle mani;
  • è obbligatorio informare gli addetti ai servizi cimiteriali ed il proprio medico, qualora si riscontri l’insorgenza di eventuali sintomi legati al Covid-19, dopo la visita al cimitero;
  • è vietato il commercio di fiori in postazioni all’aperto, da parte dei venditori ambulanti.
    Sono inoltre sospese tutte le celebrazioni delle messe in presenza di pubblico, all’interno del cimitero.
    Riguardo invece i funerali, sono vietati i cortei funebri e la tradizionale stretta di mano, quale espressione di cordoglio, sia in chiesa che all’interno della camera ardente dell’abitazione del defunto.
    “Un’ordinanza che mette in equilibrio le esigenze di tutela della salute pubblica e la Commemorazione dei nostri cari defunti – spiega il prima cittadino – , che invitiamo tutti ad osservare con rispetto e civiltà reciproca”.
Previous La pallamano Haenna perde sul campo del Benevento
Next Piazza Armerina la chiesa dei Templari tornerà all'antico splendore