PIETRAPERZIA.  Resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Arrestato uomo di 55 anni.

PIETRAPERZIA.  Resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Arrestato uomo di 55 anni.

   PIETRAPERZIA.  Erano da poco passate le 20, quando alla Centrale Operativa della Compagnia di Piazza Armerina arrivava una telefonata da parte di una persona che, in evidente stato di agitazione, chiedeva l’aiuto dei Carabinieri. La richiesta di aiuto ai militari dell’Arma  perché   nella propria abitazione, a Pietraperzia, era in  corso una violenta lite tra padre e figlio. L’operatore di turno, rendendosi conto subito della gravità della situazione allertava la pattuglia della locale Stazione che, immediatamente, raggiungeva il luogo indicato. Arrivati sul posto, i militari dell’Arma trovavano padre e figlio che litigavano azzuffandosi furiosamente, i Carabinieri cercavano di dividere i due e riportarli alla calma, ma il padre 55enne, in evidente stato di ubriachezza, si scagliava anche contro i militari minacciandoli di morte ed aggredendoli con calci e pugni. L’intervento risoluto dei militari dei carabinieri  consentiva di bloccare l’uomo e riportare alla calma la situazione. Il 55enne veniva successivamente portato in Caserma per gli adempimenti di rito, dichiarato in stato di arresto e accompagnato dagli stessi carabinieri di Pietraperzia presso la Casa Circondariale di Enna su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.  GAETANO MILINO

Previous BARRAFRANCA. Il Coronavirus in versi.
Next ENNA. Coronavirus Provincia Di Enna. Andrea Giarrizzo (M5s): “Depositata interrogazione al ministro della salute, aumentano i casi positivi e le segnalazioni di criticità”