PIETRAPERZIA. Interventi per contrastare il Coronavirus. Due richieste al sindaco Antonio Bevilacqua

PIETRAPERZIA. Interventi per contrastare il Coronavirus. Due richieste al sindaco Antonio Bevilacqua

  PIETRAPERZIA. Sono avanzate dal candidato sindaco Calogero Di Gloria e dai consiglieri comunali di opposizione. I firmatari dei due documenti sono lo stesso Calogero Di Gloria oltre a Rosalba Arcadipane, Rosa Maria Giusa, La prima richiesta riguarda  “Interventi urgenti di sanificazione e disinfezione antimicrobica delle aree urbane ed edifici pubblici”. Il secondo documento è la “Richiesta sospensione avvisi di accertamento, atti di riscossione coattiva ed ingiunzioni di pagamento tributi comunali”. Questo quanto si legge nella prima richiesta: “VISTO il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, rubricato “Ulteriori disposizioni attuative del decreto legge 23 febbraio 2020 n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID – 19 , applicabili sull’intero territorio nazione”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 62 del 09 marzo 2020, mediante il quale sono state estese all’intero territorio nazionale le misure già previste dall’art. 1 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del giorno 08 marzo 2020; CONSIDERATI Lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili; l’evolversi della situazione epidemiologica, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale. SI CHIEDE Al Signor Sindaco di porre in atto, in maniera urgente, ogni necessaria e straordinaria misura di sanificazione e disinfezione antimicrobica dell’intero territorio comunale. Tanto, al fine di contrastare l’accrescimento di colonie batteriche potenzialmente in grado di veicolare il virus”. Nel secondo documento si legge: “CONSIDERATO Lo stato di emergenza sul territorio nazionale decretato dal Governo e il pesante impatto che tale emergenza ha provocato su imprese, professionisti, lavoratori autonomi e dipendenti, SI CHIEDE Al Signor Sindaco, in attesa di più strutturati interventi regionali e nazionali, l’immediata sospensione del pagamento dei tributi locali, così da garantire un sicuro ristoro al tessuto economico della nostra cittadina il quale, in ragione delle citate misure, ha subito l’azzerarsi degli introiti e sta rischiando una crisi di proporzioni non ancora quantificabili e, in seguito, venuta meno  la situazione di emergenza – sempre nell’ottica di agevolare il tessuto produttivo locale – anche la rimodulazione delle vigenti tariffe. Certi che il Comune di Pietraperzia si dimostri vicino alle proprie imprese e ai propri cittadini in un momento così delicato e, pertanto, pronto a compiere un atto straordinario volto al sostegno economico della collettività”. GAETANO MILINO

Previous ROMA.  Cifa Italia lancia #ILLAVOROCONTINUA Ciclo di web seminar gratuiti per sostenere le imprese, i lavoratori e i professionisti
Next BARRAFRANCA. Pubblica Illuminazione. Il Cga dà ragione al Comune di Barrafranca sull’annullamento della convenzione Enel Sole.