BARRAFRANCA. Approvato e presentato, dalla giunta del sindaco Fabio Accardi, il progetto  “Barrafranca Sicura”.

BARRAFRANCA. Approvato e presentato, dalla giunta del sindaco Fabio Accardi, il progetto  “Barrafranca Sicura”.

- in Barrafranca

BARRAFRANCA. È un progetto  di ampliamento del sistema di videosorveglianza in paese. La delibera è stata approvata con la presenza della segretaria generale del Comune Anna Giunta. L’importo complessivo del progetto è di € 294 mila 855,33. Di tale somma 195 mila e 700 euro sono destinati alla fornitura. La restante parte – per un totale di € 99 mila 155,33 – per somme a disposizione dell’amministrazione. Per la “messa in opera” di tale progetto, il Comune di Barrafranca chiede, al Ministero dell’Economia e delle Finanze, gli appositi finanziamenti a valere sui “Fondi di Riserva e Speciali”. Il Comune di Barrafranca già dispone di un sistema di videosorveglianza realizzato nel 2015 e finanziato con i “fondi a valere” “Pon Sicurezza 2007.2013”. Lo scorso 17 maggio è stato sottoscritto, fra la Prefettura di Enna e il Comune di Barrafranca, un “Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana”. Responsabile Unico del Procedimento è l’ingegnere Santi Eugenio Diliberto. La richiesta del Comune è stata inviata al Ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza. Nel progetto non è previsto nessun cofinanziamento da parte del Comune di Barrafranca. Il centro operativo e di controllo sarà installato nella sede del Comando di Polizia Municipale. Le telecamere verranno dislocate in tutto il centro abitato. Ne verranno utilizzate, in totale, trentotto. Dal sistema di videosorveglianza saranno coperte anche le zone “estremamente periferiche”. Il sindaco Fabio Accardi dichiara: “Questo – l’avere presentato il progetto per la videosorveglianza di concerto con la Prefettura di Enna – è un successo della amministrazione comunale. Siamo riusciti a partecipare  a questo bando proposto dalla Prefettura di ampliamento del sistema di videosorveglianza”. “Sappiamo tutti – continua il sindaco Fabio Accardi – come Barrafranca, negli ultimi anni, abbia subito gravi delitti. La videosorveglianza rappresenta, quindi, un modo per potere controllare meglio il territorio. Infatti più volte siamo stati convocati in prefettura proprio per risolvere queste problematiche”. “Abbiamo accolto subito – continua il sindaco Fabio Accardi –l’iniziativa della prefettura. Con la sua collaborazione siamo riusciti a portare avanti questo progetto. Verranno installate altre trentotto telecamere, oltre all’impianto di videosorveglianza già presente nel nostro territorio”. Il sindaco di Barrafranca aggiunge: “Contiamo cosi di allargare il controllo del nostro comprensorio. Questo ci porterà a migliorare proprio il controllo del nostro territorio. L’amministrazione è sempre pronta a cogliere queste sollecitazioni  per i finanziamenti affinché il nostro Comune ne possa trarre beneficio”. E aggiunge: “L’obiettivo del  controllo del territorio è quello di assicurare legalità nel nostro comprensorio. Siamo felici di essere riusciti a presentare in tempo questa progettualità”. Il sindaco Fabio Accardi non dimentica di ringraziare “gli uffici che ci hanno collaborato tra cui l’ufficio del I Settore Lavori Pubblici e la Polizia Municipale con Maria Costa”. Gaetano Milino

You may also like

PIETRAPERZIA. Nuove luci in corrispondenza del lavatoio “Canale”.

“L’Area” arricchita con le nuove luci è quella