PIETRAPERZIA. Imu terreni agricoli 2014 e 2015. Niente sanzioni ed interessi per chi paga entro il prossimo 31 agosto.

PIETRAPERZIA. Imu terreni agricoli 2014 e 2015. Niente sanzioni ed interessi per chi paga entro il prossimo 31 agosto.

- in Pietraperzia

PIETRAPERZIA. Lo comunica il sindaco Antonio Bevilacqua. Il primo cittadino di Pietraperzia ricorda che “a seguito dell’introduzione dell’IMU agricola e del decreto legge n. 4/2015, il Governo statale ha previsto l’applicazione dell’elenco predisposto dall’ISTAT, ai fini dell’individuazione dei Comuni classificati quali Montani e Parzialmente Montani, necessario per l’applicazione del tributo, per gli anni 2014 e 2015”. Tale classificazione  “ha modificato i criteri di cui al decreto interministeriale del 28/11/2014”.  Il sindaco Antonio Bevilacqua informa che “in base alla superiore classificazione, il nostro territorio comunale risulta totalmente assoggettato al pagamento dell’imposta dall’1/1/2014 al 31/12/2015”. Il Comune di Pietraperzia ha proceduto, insieme a numerosi altri Enti Locali, ad impugnare davanti al TAR del Lazio, sia i provvedimenti normativi di istituzione del tributo sia gli atti governativi applicativi dell’imposizione. Sono stati contestati, da una parte, “il depauperamento delle risorse finanziare subite dall’Ente a seguito dell’entrata in vigore del tributo, e, dall’altra, in applicazione del principio tributario del  non riscosso per riscosso, la previsione del trasferimento del relativo gettito allo Stato centrale attraverso un prelievo forzoso a discapito delle entrate tributarie comunali”.  Il sindaco Antonio Bevilacqua fa notare pure “che il procedimento giudiziario è stato sospeso da TAR,  in quanto il Collegio giudicante ha ritenuto di sollevare, innanzi alla Corte Costituzionale, la questione di legittimità costituzionale dell’imposizione dell’IMU agricola e dell’elenco governativo dei comuni montani e parzialmente montani”. La Corte Costituzionale, con sentenza n. 17 del 02/02/2018, decidendo la questione di legittimità, ne ha rilevato l’infondatezza rimettendo agli atti al TAR del Lazio”. “Per quanto sopra premesso – conclude il sindaco di Pietraperzia – e considerato, nelle more dell’avvio della fase accertativa che prevederà, tra l’altro, l’applicazione di sanzioni nella misura del 30% e degli interessi legali maturati e maturandi, per i casi di omesso versamento, ai fini di ripristinare gli equilibri finanziari dell’Ente e di consentire un risparmio per i contribuenti, si è disposto che ai contribuenti, soggetti al pagamento dell’IMU agricola, per gli anni 2014 e 2015, che verseranno, in autoliquidazione, quanto dovuto entro il 31/08/2018, non verranno applicate sanzioni ed interessi”.  GAETANO MILINO

You may also like

Protocollo d’Intesa tra la Sezione Teatro del Premio città di Leonforte e le associazioni culturali  Belvedere e Caracò.

Saranno tra gli osservatori ospiti della sfida tra