Comune di Barrafranca, al via il bilancio partecipativo 2017

Comune di Barrafranca, al via il bilancio partecipativo 2017

E' stato pubblicato l'avviso, a firma del Sindaco Fabio Accardi, con cui si ripropone per l'anno 2017 l'importante strumento del bilancio partecipato  

L’Amministrazione Comunale intende avviare nell’esercizio finanziario 2017, il bilancio
partecipativo in cui i cittadini di Barrafranca vengono coinvolti nella formazione delle
scelte amministrative, partecipando, per una quota, direttamente alla distribuzione delle
risorse finanziarie destinate alla comunità, nel rispetto dell’art. 6 comma 1 della L.R.
24/01/2014 n. 5 e s.m.i.

Con regole chiare e definite, volte a garantire la più ampia partecipazione, sarà avviato un
percorso di ascolto diretto della popolazione per andare incontro alle situazioni di
disagio sociale.

Cos’è il Bilancio Partecipativo.

Il Bilancio Partecipativo è uno strumento di democrazia diretta con cui i cittadini
possono contribuire a decidere come investire parte delle risorse del Bilancio Comunale.
La partecipazione dei cittadini avverrà mediante riunioni pubbliche dove la popolazione
è invitata ad illustrare i propri bisogni e le soluzioni proposte che verranno accolte nel
rispetto delle disponibilità economiche e finanziarie messe a disposizione dall’Ente.
Ai sensi dell’art. 6 comma 1 della L.R. 24/01/2014 n. 5 e s.m.i., a decorrere dal 2015, ai
comuni è fatto obbligo di spendere almeno il 2 per cento delle somme loro trasferite con
forme di democrazia partecipata, utilizzando strumenti che coinvolgano la cittadinanza
per la scelta di azioni di interesse comune, pena la restituzione nell’esercizio finanziario
successivo delle somme non utilizzate secondo tali modalità.

Chi può partecipare.

Tutti i cittadini residenti che abbiano compiuto i 18 anni d’età e tutte le associazioni,
ditte, enti pubblici e privati che abbiano la residenza o la sede legale/operativa nel
territorio di Barrafranca.

Aree tematiche

Quest’anno si propone un approccio al processo limitato ad uno specifico ambito di
intervento dando priorità ad iniziative dirette nell’ambito delle seguenti tematiche:

1. Acquisto di beni destinati all’arredo urbano, all’arredo di spazi comunali
utilizzati ai fini culturali/ricreativi, alla rigenerazione urbana (panchine,
fioriere, murales legali, cestini spazzatura, etc), alle attività ludiche per
bambini (es. allestimento parchi giochi, giochi, giardini scuole, etc).
2. Acquisti di beni per l’arredo scolastico (tavoli mensa, sedie, armadi, etc);
3. Attività di promozione del territorio, delle tradizioni locali, delle attività
sociali, culturali e sportive.
4. Attività di promozione del volontariato a supporto della protezione civile e
della sicurezza del territorio.
5. Attività di comunicazione e divulgazione dell’attività amministrativa
attraverso convenzioni con partner locali.

Come si partecipa

Ogni Cittadino può far pervenire le proprie proposte tramite l’apposita scheda di
partecipazione che può essere scaricata direttamente dal sito internet del Comune
(http://www.comune.barrafranca.en.it).
La presentazione delle proposte dovrà essere effettuata con le seguenti modalità:
tramite consegna a mano presso l’ufficio protocollo del Comune o tramite servizio
postale (lettera ordinaria o raccomandata) o mediante posta elettronica ordinaria o
certificata entro le ore 13:00 del 25.07. 2017.
Le proposte devono riguardare le aree tematiche in precedenza esposte.
Ogni cittadino o soggetti giuridici potranno presentare una sola scheda di
partecipazione.

Valutazione delle proposte

La conformità alle linee tematiche e la fattibilità delle proposte presentate nei termini
stabiliti verranno verificate dall’Amministrazione Comunale e dai Responsabili di Settore
competenti per materia.
Le proposte verranno valutate sulla base dei seguenti criteri:
Fattibilità tecnica e giuridica degli interventi;
Compatibilità rispetto agli atti già approvati dal Comune;
Comune di Barrafranca
Provincia di Enna
Stima dei costi;
Stima dei tempi di realizzazione;
Caratteristica del perseguimento dell’interesse generale;
Compatibilità con il settore d’intervento e con le risorse finanziarie a disposizione;
Assenza di qualsiasi forma strumentale finalizzata a distogliere la vera finalità che si
intende conseguire con l’adozione del Bilancio partecipato.
Si organizzerà un’apposita assemblea dedicata alla conoscenza delle istanze e
all’approvazione di quelle ammesse e ritenute meritevoli da parte dei cittadini, nei limiti
delle risorse disponibili, ai sensi dell’art. 6 comma 1 della L.R. 24/01/2014 n. 5 e s..m.i.

Le proposte approvate dall’Assemblea verranno inserite in un documento che sarà
approvato dalla Giunta Comunale.

Scheda di partecipazione

Previous Camera Penale di Enna: " Garantire che le pubblicazioni di cronaca giudiziaria vengano effettuate nel rispetto del dettato costituzionale in materia di diritti della persona"
Next Consiglio comunale, la classifica dei sempre presenti alle attività dell'aula