Andrea Di Trio campione europeo sollevamento pesi

Andrea Di Trio campione europeo sollevamento pesi

Il giovane campione di Pietraperzia ha portato a casa la medaglia d’oro dopo il brillante risultato conseguito a Lutsk, in Ucraina. Andrea si è cimentato nella categoria Power Lifting. Ha sollevato da terra un peso di 220 chilogrammi. A sfidarsi per il titolo europeo erano in 28. Andrea Di Trio si è classificato al primo posto nella categoria Under 23 e primo assoluto nel distacco da terra. Al giovane campione di Pietraperzia, appena 23 anni, hanno fatto provare un sollevamento pesi di 230 chili. Ma il giovane campione di Pietraperzia, in questa prova “speciale”, non ce l’ha fatta vista la stanchezza del suo precedente impegno che lo ha portato sul gradino più alto del podio. Ora Andrea Di Trio si prepara sodo per il prossimo impegno di Novembre 2017. Lui gareggerà in Polonia per cercare di conquistare il titolo di campione del mondo. Andrea riesce a superare i vari ostacoli con grande semplicità e naturalezza. Lui, nel sollevamento pesi, aveva cominciato lo scorso mese di gennaio. In poco tempo è riuscito a bruciare numerose tappe. Proprio a gennaio scorso Andrea si era imposto al campionato regionale. La gara per il titolo si era svolta a Capaci, nel palermitano. Aveva fatto il sollevamento pesi da terra di 200 chili. Poi ha conquistato il titolo di campione Sud Italia di Messina con uno stacco da terra di 207,5 chili. Non contento di ciò, Andrea Di Trio ha continuato a mietere successi uno dopo l’altro. È arrivato al campionato nazionale disputato ad Alimena ed ha conquistato, ad aprile 2017, la medaglia d’oro con uno stacco da terra di 220 Kg. Andrea, negli ultimi tempi, si è allenato nella palestra Shotokan Club d Barrafranca di Luca Strazzanti. Ora ha ripreso ad allenarsi sodo in vista del mondiale di fine novembre, primi di dicembre. Andrea, come ti senti dopo tutti questi successi? “Mi sento entusiasta e molto soddisfatto. Non pensavo di arrivare a simili livelli. Spero di conquistare il titolo mondiale con uno stacco da terra di 240 kg. Sarà dura ma ce la metterò tutta”. Quali i programmi di Andrea? “Allenarmi sodo e cercare di non deludere tutte le persone che hanno creduto in me. Il mio grazie a mio cugino Salvatore Di Trio che mi ha appoggiato e ha creduto in me fin dall’inizio”. “Ringrazio la mia famiglia che mi è stata vicina, con il pensiero, nella trasferta nel Paese Baltico”. Andrea, infatti, è andato in Ucraina da solo. Ha gareggiato con notevole impegno e professionalità e ha portato a casa il titolo europeo e la medaglia d’oro. Cosa ti senti di dire ai ragazzi della tua età? “Di costruire la propria vita su valori positivi, di credere nelle proprie capacità e di non demordere. Volere e Potere”. “È stata una bella esperienza”, ha continuato Andrea Di Trio. “Il confronto con altre persone è una cosa meravigliosa ed impagabile. Anche se ognuno parlava la sua lingua, con gli sguardi e con gli abbraccio ci si comprendeva a volo”. “Ringrazio tutti i pietrini – conclude Andrea Di Trio – che mi hanno sostenuto e creduto in me. Sono dei sogni che spesso si realizzano e in cui bisogna credere fermamente. Questa medaglia, per me e per i miei cari, non ha prezzo”. Anche il sindaco di Pietraperzia, l’avvocato Antonio Bevilacqua è soddisfatto per la brillante affermazione del giovane campione di Pietraperzia. “Facciamo i nostri più calorosi complementi ad Andrea – dichiara il sindaco Bevilacqua – per l’ottimo risultato raggiunto e per avere portato così in alto il nome di Pietraperzia nel mondo dello sport”. “Conosco Andrea ormai da diversi anni”, continua il sindaco Antonio Bevilacqua. È sempre stato un appassionato di sport; prima con i kart e ora con il sollevamento pesi”. “Credo, oltre ogni più rosea aspettativa, e gli facciamo i nostri compimenti e i nostri auguri di proseguire in questa brillante carriera. Lui è giovanissimo e quindi gli auguriamo di migliorare ulteriormente”. “Quello da lui raggiunto – continua il sindaco Antonio Bevilacqua – è un risultato eccezionale e fantastico che ci riempie di gioia e permette anche a Pietraperzia di essere conosciuta per i meriti sportivi di Andrea che è arrivato così in alto in maniera incredibile”. “Naturalmente grazie alle sue grandi capacità e ad una sua enorme perseveranza. In questo sport c’è poco da improvvisare. Ci vuole forza tecnica ma, soprattutto, tanto allenamento. Questo è un esempio di vita un po’ per tutti visto che con la costanza si raggiungono gli obiettivi”. Il Comune ha in programma di conferirgli qualche onorificenza? “Sicuramente gli conferiremo per lo meno una targa, un segno del nostro ringraziamento e testimonianza per il grande risultato raggiunto”. GAETANO MILINO

Previous Pietraperzia. Il sindaco Bevilacqua: “Le condizioni igienico sanitarie del plesso Verga in atto sono buone e non di nocumento alla salute pubblica”
Next Atlante del Gran Kan : gli abitanti di Enna nelle loro stesse storie