Distribuzione posta. A Pietraperzia un secondo portalettere a tempo pieno

Distribuzione posta. A Pietraperzia un secondo portalettere a tempo pieno

Nell'ufficio postale a Barrafranca sono solo tre ma il disservizio continua

A Pietraperzia è arrivato un secondo portalettere a tempo pieno. La seconda unità finora è stata “divisa” tra Pietraperzia e Barrafranca. A proposito di Poste e postini la scorsa settimana le amministrazioni di Pietraperzia e Barrafranca, guidate rispettivamente dai sindaci Antonio Calogero Bevilacqua e Fabio Accardi, hanno incontrato il dottore Accardi responsabile regionale del servizio di consegna (dal quale dipendono lo smistamento della posta e l’organizzazione delle zone di consegna).
“Sul problema dei ritardi nella consegna della posta, dopo i numerosi solleciti delle due amministrazioni, – si legge in un comunicato del sindaco di Pietraperzia Antonio Bevilacqua – lo stesso Accardi, fra dicembre e gennaio ha aggiunto una zona di consegna a Pietraperzia, provvedimento necessario per aumentare l’organico dei postini”. “Tuttavia un grosso problema che continuerà a causare disservizi, nonostante il potenziamento dell’organico rimane ancora da risolvere”, si legge ancora nel documento. Poi il sindaco di Pietraperzia prova a spiegare la situazione venutasi a creare. “Proviamo a spiegarlo: Pietraperzia è adesso diviso in quattro zone e la consegna della posta avviene a giorni alterni (esempio lunedì zone A e B, martedì zone C e D, mercoledì di nuovo zone A e B, giovedì zone C e D e così via), ma saltando un giorno (esempio per festività si salta la consegna del giovedì nelle zone C e D) le zone non servite ritorneranno ad essere servite non l’indomani ma nel giorno successivo in cui è prevista la consegna (per tornare al nostro esempio, le zone C e D verranno servite solo il martedì della settimana dopo, senza contare l’accumulo di posta che potrebbe creare ulteriori problemi)”. Il sindaco Antonio Bevilacqua dice: “Su questo stiamo già predisponendo ulteriore nota ai competenti uffici nazionali di Poste Italiane”. E conclude: “Faremo ulteriori interventi presso i vertici di Poste Italiane per far sì che la situazione migliori ancora e per evitare l’accumulo di posta e i conseguenti disservizi”. GAETANO MILINO

Previous Siracusa. RadioUnaVoceVicina trasmetterà in diretta meditazioni sulle Lacrime di Maria
Next Focolaio di brucellosi in un allevamento ovi-caprino di Pietraperzia