Conclusione del Giubileo Domenicano in Seminario

Conclusione del Giubileo Domenicano in Seminario

Siamo alla conclusione del Giubileo Domenicano in occasione dell’VIII centenario della fondazione dell’Ordine dei Frati Predicatori (1216-2016), avendo il Papa Onorio III il 22 dicembre “confermato” la comunità di San Domenico e il 28 gennaio 1217 conferito il titolo di “predicatori”. La presenza in Sicilia dei Domenicani ha avuto inizio, ancora vivo lo stesso San Domenico. Infatti il primo convento fu quello di Messina (1218) e subito dopo Piazza Armerina (1222) e infine Augusta qualche anno dopo. In queste ultime città, prima del 1254 risultano esistere due chiese dedicate a San Domenico, che quindi, sono le primissime, se non le prime al mondo a essere a lui dedicate. Una di chieste due chiese è quella di San Domenico di Piazza Armerina, sede storica del Seminario Diocesano. Nel contesto della vita ecclesiale che vive nel tempo e nella storia la memoria della propria identità, il nostro Seminario diocesano e i Padri Domenicani della Provincia “San Tommaso d’Aquino” nel meridione d’Italia, non potevano non celebrare tale avvenimento ecclesiale, culturale e storico. Il nostro non vuole essere solo una memoria, ma vuole diventare un impegno a riscoprire quanto la spiritualità, l’opera e la santità dei Domenicani hanno avuto la grazia, per dono del Signore, di seminare nella storia della Chiesa e in particolare nel nostro territorio diocesano e di come l’attualità del “servizio della verità nella carità”, possa anche oggi costituire motivo di confronto, dibattito, crescita sotto tutti i punti di vista. Giovedì 23 febbraio, alle ore 17,30, subito dopo la preghiera di inizio e i saluti da parte del Rettore del Seminario don Luca Crapanzano e del Sindaco di Piazza Armerina il dott. Filippo Miroddi, ci sarà l’intervento del domenicano P. Giovanni Calcara, docente di dottrine sociali della Chiesa presso l’Istituto Teologico S. Tommaso di Messina con un intervento dal titolo “La città prestata” Consigli di Caterina da Siena ai cristiani impegnati nella politica e nel sociale. A questo momento sono principalmente invitati tutte le associazioni, cooperative e giovani impegnati nel sociale e nella politica. Venerdì 24 febbraio 2017 alle ore 17,30, il saluto da parte del Vescovo mons. Rosario Gisana e una tavola rotonda moderata dal prof. Marco Incalcaterra, docente di materie letterarie presso la Scuola Media “Cascino” di Piazza Armerina. I due interventi saranno proposti da due domenicani: P. Giovanni Calcara con una relazione dal titolo “I Domenicani in Sicilia: origine, vicende e uomini” e P. Rosario Pistone , docente di Esegesi presso la Pontificia Facoltà Teologica di Sicilia in Palermo, con un intervento dal titolo” “…per studiare, predicare e vivere insieme”. I frati domenicani e l’utopia possibile”. Vi invitiamo a prendere parte a questo importante momento di riflessione e di comunione, sicuri che lo sguardo al passato della storia, continui a dare linfa ed energia nuova per una evangelizzazione adeguata per l’uomo contemporaneo.

don Luca Crapanzano (rettore del seminario della diocesi di Piazza Armerina)

Previous Il dirigente della Barrese, Milazzo: " E' un onore aver ospitato l'Enna al Comunale"
Next Pietraperzia, per i furti in paese il sindaco Antonio Bevilacqua chiede un incontro in Prefettura