” Tà gynaikeía. Cose di donne”: il film documentario che parla di sette donne siciliane

Locandina AidoneDomenica 06 marzo 2016 alle ore 16.30 presso il Museo Regionale di Aidone (EN), sito in Largo Torres Trupia, sarà proiettato il film-documentario Tà gynaikeía. Cose di donne, di Lorenzo Daniele e Alessandra Cilio, prodotto da Fine Art Produzioni srl. L’evento è stato organizzato con la collaborazione Archeoclub Aidone-Morgantina, difatti parteciperà la compagnia teatrale Kalòs di Archeoclub.
Per l’intera giornata l’ingresso al Museo e all’area di Morgantina sarà gratuito trattandosi della prima domenica del mese.

Tà gynaikeía. Cose di donne è un film-documentario girato dal quarantenne regista augustano Lorenzo Daniele che, oltre a voler celebrare madri e figlie siciliane, vuole rinnovare il genere documentaristico-archeologico. Protagoniste sono sette donne siciliane, ciascuna rappresentativa di una diversa stagione della vita: l’80enne fotografa palermitana Letizia Battaglia, che rappresenta la Sicilia che si ribella alla mafia e agli uomini; la 70enne scrittrice vissuta nell’agrigentino Simonetta Agnello Hornby, che parla della sua Sicilia attraverso i suoi libri; la 45enne attrice catanese Donatella Finocchiaro, che rappresenta l’immagine più affascinante della Sicilia; la 25enne archeologa gelese Angela Marzia Catania, che cerca di riscattare la Sicilia attraverso lo studio della sua terra; la 33enne vitivinicoltrice vittoriese Arianna Occhipinti, immagine dell’imprenditoria femminile; l’82enne Concetta Venezia (scomparsa nel 2015, poco dopo la sua testimonianza) e l’84enne Angela Guagliardo, entrambe di Troina (EN), che incarnano la Sicilia che cerca di uscire dalla miseria. Il documentario si apre e si chiude con le immagini dall’alto di Troina.

Il film, girato in 50 giorni, tra gennaio 2013 e maggio 2015, è prodotto e distribuito dalla siciliana Fine Art. È stato realizzato in collaborazione con il Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo), la Sicilia Filmcommission e usufruisce del patrocinio del comune di Troina e della Scuola di specializzazione in beni archeologici dell’università di Catania.  Il soggetto del documentario è firmato dal regista e dalla 37enne vittoriese Alessandra Clio, archeologa specializzata nella comunicazione dell’antico, che ha scritto anche i testi. La fotografia è opera di Mauro Italia e Vittorio Daniele. Italia si è occupato anche del montaggio. Le musiche sono tratte da quattro album dei Cordasicula (Saro Tribastone e Marilena Fede): Aria ca spira, Voce, Viento de siroco e Fanusa. La voce off del film è dell’attore teatrale augustano Davide Sbrogiò. Il film ha vinto il Premio speciale “Archeoblogger” alla XXVI Rassegna internazionale del cinema archeologico di Rovereto ed è in concorso ai Premi David di Donatello categoria documentari. L’anteprima siciliana del film è stata il 27 febbraio 2016 a Troina, mentre il 10 marzo sarà proiettato agli spettatori del 37° Cineclub d’Essai di Vittoria.

Previous Al Carnevale delle Madonie sarà presente la maschera più Bella del Carnevale di Venezia 2016
Next Viaggio narrativo fra il Cinema e le Musiche dell’ emozione. “Fuori Colonna – Concertazioni Cinematografiche”