Cordoglio per la morte del volontario Rino Gaeta

Cordoglio per la morte del volontario Rino Gaeta

Ha colto tutti di sorpresa, anche se da tempo doveva fare i conti con la malattia, la morte di Rino Gaeta conosciuto da tutta la comunità barrese per il modo schietto di fare volontariato e dare una mano al prossimo. Tanti i giovani della comunità barrese che sono passati sotto la sua guida in diverse associazioni: ne citiamo alcune come al esempio l’Arcobaleno, l’Amico Soccorso e l’Avis. Tanti possono raccontare la propria esperienza passata con un uomo che metteva prima alcuni condimenti fondamentali in un rapporto di amicizia: le sue parole mettevano buon umore e poi, se poteva bastare, un aiuto per il prossimo sotto la forma del volontariato con la qualità innata di coinvolgere tanti giovani durante le tante attività associative. Tra le foto abbiamo scelto quella pubblicata su facebook da Salvatore Bonincontro perchè pensiamo spieghi un po la vita di Rino Gaeta, un uomo che non si è mai tirato indietro ed ha contribuito a rendere, in prima linea, e più “umana” la comunità barrese. Uomo schivo che stava lontano dalle telecamere, ha partecipato negli ultimi mesi all’inaugurazione della sede Avis, ed nonostante tutto ci ha spiegato, rispondendo alle nostre domande (davanti alla telecamera), il perchè della scelta di fare volontariato e questo lo ha reso unico e invulnerabile perchè aveva un’idea di aiutare il prossimo in mille modi e in tante occasioni. Tutta la giornata di oggi, da quando si è saputo della morte di Rino Gaeta, 69 anni, c’è stato un via via di tante persone che lo conoscevano e questo sta a significare la grandezza di quest’uomo, esile di corporatura, ma un “gigante” nell’animo e nell’amore verso il prossimo. I funerali saranno celebrati domani nella chiesa Madonna alle ore 15,30. La redazione di RadioLuce lo ricorda affettuosamente e si associa al dolore dei familiari e dei tanti amici. Ciao Rino………

Previous Riunione per la realizzazione della 32ma edizione del Carnevale Centro-Siculo
Next Incontro tra l'assessore regionale Gianluca Miccichè e rappresentanti dei lavoratori ex RMI