VIDEO: Emergenza rifiuti a Barrafranca

La situazione dei rifiuti, e non solo, nella nostra città è arrivata veramente ai limiti della sopportazione e della comune decenza, da un lato i cittadini che non sanno come e dove disfarsi dei loro rifiuti e girano con i cofani pieni e puzzolenti. Ma deve ritenersi fortunato chi viaggiando può utilizzare la discarica abusiva di Geracello, pienamente operativa o in contrada Rampante. Anche contrada Canalotto quasi ad arrivare alla Tardara non scherza, purtroppo non ci siamo potuti arrivare oggi per documentarne lo stato. E’ uno schifo assoluto, indescrivibile è cosa si prova, una rabbia indicibile che cresce al crescere dei cumuli. I barresi sono civilissimi, lasciatecelo dire contrariamente a quello che scrive qualcuno, stanno sopportando una situazione che è molto vicina ad una catastrofe, la stanno sopportando con grande senso civico ma non si sa fino a quando. Ma quali e quanti pericoli corrono i cittadini? Quali potrebbero essere i rischi sanitari per la popolazione? Nessuno che ce lo dice, ma chi è il responsabile della pubblica salute in questo paese? La sensazione è quella di una città abbandonata a se stessa, incredibilmente abbandonata, ormai tutti gli sforzi sono diventati vani. E i nostri giovani hanno ragione ad andarsene altrove lasciandoci qua come dei benemeriti coglioni.

Affidiamo questa città al Crocefisso che abbiamo trovato tra irifiuti, lo abbiamo sistemato nell’erba dell’ingresso al cimitero recitando una preghiera, anche per i nostri cari che oggi abbiamo sentito vicini.

Previous Tre classi della scuola primaria “Don Bosco” in visita alla mostra BAMBINI NELLA GUERRA.
Next LA PEDOFILIA NON E’ SOLO “ROBA DA SPORCACCIONI”, MA REATO.