Barrafranca. Quattro alunne della Verga in Finlandia con il progetto Erasmus “Candle Windom”

Barrafranca. Quattro alunne della Verga in Finlandia con il progetto Erasmus “Candle Windom”

Barrafranca. Fantastica e indimenticabile esperienza per le quattro alunne della classe prima della Scuola Media “Verga”: Costanza, Carlotta, Giusi e Simona, in occasione del meeting a NAKKILA (Finlandia) presso la scuola Vikkala!

Ecco il racconto della loro esperienza.

Circa dieci giorni fa, il 20 gennaio, abbiamo preso un aereo per la Finlandia per incontrare, per la seconda volta, i nostri partner del progetto Erasmus+ 2018-2020 “CANDLE WISDOM”.

A questo meeting hanno partecipato quattro alunne della classe prima della SCUOLA MEDIA “VERGA”: Costanza Collotta, Carlotta Bongarrà, Giusi Russo e Simona Giunta accompagnate da me, professoressa Antonella Russo, coordinatrice del progetto dell’Istituto Comprensivo “Europa”, e dalla professoressa Silvia Paternò. Le nostre alunne sono state ospitate da famiglie di Harjavalta (comune limitrofe a Nakkila), accuratamente selezionate dalla nostra collega Tiina Kuusholma insieme al suo staff di progetto.  Il meeting si è svolto a Nakkila, graziosa cittadina nella regione del Satakunta a circa 20 km da Pori (dove si trovava il nostro albergo).

Il nostro progetto Erasmus plus prevede uno scambio culturale con altri 4 paesi dell’UE: Lettonia (paese coordinatore), Finlandia, Turchia e Portogallo (Madeira). L’obiettivo principale del progetto è lavorare insieme per individuare metodi innovativi al fine di promuovere le capacità di lettura e scrittura dei nostri alunni e di renderli consapevoli dell’importanza di queste competenze; inoltre, di incoraggiare l’uso della lingua inglese, che è appunto la lingua veicolare di questo progetto.



Nel corso della settimana, abbiamo vissuto sia momenti di lavoro a scuola sia momenti di svago e di conoscenza del territorio e della cultura finlandese.

I nostri alunni hanno anche partecipato ai laboratori di lettura e di scrittura che sono stati tenuti dalla scrittrice Suvi Vehmanen. Autrice di libri per bambini, illustratrice, ed esperta biologa, Suvi Vehmanen nei suoi libri combina fiaba e natura e attraverso le storie invoglia i giovani lettori a scoprire l’ambiente. I suoi workshop (diversi per fasce d’età) hanno divertito molto gli alunni e anche noi insegnanti ….

Abbiamo potuto apprezzare l’ottima organizzazione didattica e una impostazione scolastica meno selettiva della nostra: il loro sistema scolastico, per il primo ciclo di istruzione obbligatorio, che dura 9 anni, non prevede voti né esami di passaggio. Il lavoro si svolge in un bel clima sereno, senza troppe preoccupazioni. I docenti si occupano molto poco della parte burocratica e amministrativa e danno più spazio alla didattica e alla relazione con gli allievi.

Molte cose ci hanno colpito delle scuole di Nakkila (scuola Kirkonseutu e scuola Vikkala): ma quelle che sono saltate subito all’occhio sono gli spazi grandi, luminosi, funzionali alla didattica e ben attrezzati, sussidi di ogni genere e arredi ad hoc!

Un’altra cosa che ci ha impressionato all’arrivo nella scuola Vikkala è stata vedere i bambini andare all’aperto in piena libertà, nonostante la gran quantità di neve, e senza stretto controllo degli adulti … giocare, rotolarsi, pattinare, fare hockey …

l calendario orario prevede per ogni lezione di 45 minuti una pausa di 15 minuti, durante la quale i bambini e i ragazzi, ordinatamente e silenziosamente, indossano il necessario per uscire: pantaloni impermeabili, berretti, guanti … e scarpe (infatti, prima di entrare a scuola, a casa e in molte altre strutture, tutti le tolgono e indossano altre scarpe pulite e asciutte o calze antiscivolo). Finita la pausa, al suono della campanella, rientrano, sistemano giubbotti, scarpe, berretti ecc… negli appositi attaccapanni e rastrelliere e rientrano nelle aule, pronti per ricominciare le attività…

Naturalmente ogni scuola offre gratuitamente un pasto equilibrato al giorno.

Rilevante e positiva la conoscenza dei luoghi e del territorio di Nakkila e di Pori; esperienza interessante è stata la visita della Nornickel di Harjavalta, una delle più grandi raffinerie di nickel che produce e fornisce metalli e prodotti chimici al nichel; ci ha molto incuriosito anche la osservazione del Tactic Games Oy di Pori: è un’ industria di giochi da tavolo, tra le più produttive in Europa!

Abbiamo visitato anche la Chiesa di Nakkila, la prima chiesa parrocchiale funzionalista della Finlandia; inoltre, un attrezzatissimo Centro sportivo comunale e il Museo Satakunta di Pori, museo di storia della provincia del Satakunta e della città di Pori, che espone reperti e oggetti che vanno dell’età della pietra e del bronzo fino ai giorni nostri; lo Studio cinematografico di Villilä e l’edificio storico Villilä Manor di Nakkila.

Qualcosa di magico è poi stata l’esperienza nella foresta finlandese; lì, all’interno di una “kota” (capanno con focolare al centro), abbiamo cenato, grigliando salsicce e preparando pancake, e, secondo le usanze dei cacciatori finlandesi, attorno al fuoco, tra canti e risate, abbiamo gustato anche un delizioso “glögi“!

Tutti noi ospiti abbiamo potuto apprezzare la civiltà del popolo finlandese: in maggioranza gente mite, silenziosa e pacifica. Per Simona, Giusi, Carlotta e Costanza è stata un’esperienza straordinaria. Oltre ad aver viaggiato da sole per la prima volta, hanno conosciuto persone fantastiche e hanno visitato e ammirato le bellezze del paesaggio, che in inverno diventa ovattato, e molto luminoso…

Sicuramente tali scambi con altre scuole dell’Europa permettono ai ragazzi di crescere dal punto di vista culturale e, soprattutto, personale. È stata una settimana intensa, e spero (ma ne sono certa) che tutte e quattro le nostre alunne abbiano cercato di viverla facendo tesoro di ogni singolo momento.

È un’esperienza che tutti i giovani dovrebbero poter fare almeno una volta lungo il percorso scolastico, per sentirsi cittadini d’Europa!

Ora non ci resta che organizzare l’accoglienza dei nostri meravigliosi colleghi del Progetto Erasmus Plus “Candle wisdom”, che verranno a Barrafranca per il terzo meeting, che si terrà appunto nel nostro Istituto Comprensivo “Europa” dal 10 al 16 marzo.

E poi … ci prepariamo per altri meeting che si preannunciano altrettanto straordinari: in Turchia, Portogallo (Madeira) e Lettonia, dove altri nostri alunni potranno in prima persone vivere un’avventura stupenda!

Previous ROMA.  Agricoltura, Trentacoste (M5S): “Parte nuovo Sistema Informatico Agricolo Nazionale, SIAN”
Next Nasce in Sicilia “Daiki” il sensore che “tasta il polso” alla salute delle piante