GDF FIRENZE. Il fiuto di Elio non lascia scampo.

GDF FIRENZE. Il fiuto di Elio non lascia scampo.

- in Comunicati Stampa

Sequestrati oltre un milione di euro in contanti e denunciato un corriere di valuta.
Nel corso dei controlli passeggeri e degli autobus in arrivo e in partenza dall’autostazione di Villa Costanza a Scandicci, i militari della Guardia di Finanza con il supporto delle unità cinofile antidroga e antivaluta del 1° Nucleo Operativo Metropolitano di Firenze, hanno attenzionato numerosi viaggiatori in arrivo e in transito da Firenze. In particolar modo, l’attenzione delle fiamme gialle fiorentine si è concentrata sulle tratte ritenute più sensibili sia per quanto riguarda il traffico di sostanze stupefacenti che di denaro contante. È proprio in questa circostanza che qualche giorno fa, durante l’ispezione di un autobus proveniente da Catania e diretto ad Aosta, l’attenzione dei militari e delle unità cinofile si è focalizzata sui bagagli di una passeggera di origine cinese ma residente in Italia. Grazie all’incredibile fiuto del cashdog Elio di razza Labrador e all’acume investigativo del suo conduttore, è stato scoperto un ingente quantitativo di denaro contante abilmente occultato all’interno di due borsoni stivati, per un ammontare complessivo pari a 1.075.600,00 euro in tagli da 50, 20 e 10. La passeggera, in evidente stato di agitazione, non avendo giustificato in modo esaustivo il possesso di una tale somma di denaro così ingente, è stata denunciata a piede libero alla Procura della Repubblica di Firenze per i reati di riciclaggio e ricettazione e la somma di denaro rinvenuta sottoposta a sequestro. Il procedimento è attualmente pendente in fase di indagini e l’effettiva responsabilità della persona denunciata, in uno con la fondatezza delle ipotesi di accusa mosse a suo carico, saranno vagliate nel corso del successivo processo. Non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, in favore dell’indagata. Il brillante risultato di servizio, è frutto del costante lavoro dei militari del Corpo nella prevenzione, ricerca e repressione delle violazioni in tema di valuta, mezzi di pagamento nazionali, europei ed esteri e nelle movimentazioni finanziarie e di capitali. Il fenomeno dei cosiddetti cash courier, resta estremamente diffuso in tutto il territorio nazionale e l’attenzione della Guardia di Finanza, anche con la preziosa collaborazione delle unità cinofile addestrate al rinvenimento della valuta, si sta concentrando in particolar modo a disarticolare le organizzazioni criminali dedite all’esportazione di capitali all’estero nonché al reimpiego dei proventi derivanti dalle attività illecite, inquinando in tal modo l’economia legale. GAETANO MILINO

You may also like

GDF CALTANISSETTA. VIDEO. Arrestati tre gelesi per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti.

La Guardia di Finanza di   Gela ha eseguito