BARRAFRANCA. Insediata nella mattinata del 29 aprile 2021, la commissione del Ministero degli Interni dopo lo scioglimento per mafia del Comune di Barrafranca.

BARRAFRANCA. Insediata nella mattinata del 29 aprile 2021, la commissione del Ministero degli Interni dopo lo scioglimento per mafia del Comune di Barrafranca.

BARRAFRANCA. A pochi giorni del decreto del presidente della Repubblica con cui il Comune di Barrafranca è stato sciolto ai sensi della normativa antimafia, si è insediata questa mattina la Commissione straordinaria che dovrà gestirlo. La commissione straordinaria è composta dal prefetto a riposo Leonardo La Vigna, dal viceprefetto Maria Salerno e dal funzionario economico finanziario Carmelo La Paglia. La decisione, assunta su proposta del Ministro dell’Interno all’esito di approfonditi accertamenti e dopo la deliberazione di scioglimento formulata dal Consiglio dei Ministri nel corso della riunione del 15 aprile 2021, interviene su una realtà locale già segnata dalla decadenza del consiglio comunale per le dimissioni contestuali ultra dimidium dei consiglieri lo scorso 27 agosto, che aveva comportato la nomina con decreto del Presidente della Regione Siciliana di un commissario straordinario in sostituzione del predetto organo decaduto. Dal momento dell’insediamento, a partire da oggi 29 aprile 2021, la triade prefettizia eserciterà le attribuzioni spettanti al consiglio comunale, alla giunta e al sindaco, nonché ogni altro potere ed incarico connesso alle medesime cariche, per la durata di 18 mesi e fino all’insediamento degli organi ordinari a norma di legge. GAETANO MILINO

Previous PIETRAPERZIA. Dopo 25 giorni di Zona Rossa, Pietraperzia torna in arancione.
Next ROMA. Edilizia scolastica. Lorefice (M5s): “700 milioni di euro ai Comuni per asili nido, strutture educative e centri per la famiglia”.