Barrafranca, COVID-19,  zero casi positivi e nuovo DPCM

Barrafranca, COVID-19, zero casi positivi e nuovo DPCM

Barrafranca.  Ad affermarlo è stato il sindaco Fabio Accardi nella sua ultima diretta dove ha dato indicazioni in merito al nuovo DPCM (Decreto Presidente del Consiglio) che entra in vigore il 14 ottobre.
“Un aggiornamento sullo stato diciamo di salute di Barrafranca Per quanto riguarda lo stato epidemiologico conforto tutti dicendo che noi allo stato attuale siamo a zero casi positivi o meglio abbiamo un solo caso di una signora ricoverata fuori dal territorio barrese” queste le parole del sindaco ” A Barrafranca oggi abbiamo siamo zero casi positivi e pochissimi, proprio si contano sulle dita della mano, anche meno delle dita di una mano, persone messe in quarantena e isolamento fiduciario E per il resto la situazione è e sotto controllo. Questo è un dato importante per quanto riguarda la situazione all’interno del territorio comunale, anche nel territorio provinciale, tutto sommato, abbiamo situazioni sotto controllo anche se ci sono piccoli focolai o Cluster in alcuni comuni della provincia”. Così il sindaco nella sua diretta.
Notizia confrontante quindi ma che non deve farci abbassare la guardia, il nuovo decreto restringe ancora una volta la nostra libertà, penalizza in particolare le attività di ristorazione e di svago che sono quelle più esposte agli incontri, ad assembramenti che potrebbero scatenare focolai, arriva a limitare la nostra vita privata, tutto questo in nome della salvaguardia delle salute dei cittadini, della nostra salute e di quelli più esposti. Ma non siamo al secondo lockdown , almeno per il momento, fermare tutto, afferma il Presidente del Consiglio, oggi sarebbe impossibile, una fermata totale metterebbe in ginocchio la nostra debole economia che secondo gli ultimi dati, è in lieve ripresa, in particolare per la produzione industriale che ha ricominciato a marciare.
Viene confermato lo stato di emergenza a gennaio 2021 e rimane l’obbligo di avere con sé mascherina e mezzi di protezione delle vie respiratorie ed usarli nei luoghi pubblici ed all’aperto, pena una multa che può arrivare a 400€, la novità è che la mascherina andrà indossata anche nella nostra abitazione in occasione della visita di un estraneo, un amico, uno che non è della famiglia. Per ristoranti e bar chiusura alle 24 e divieto di consumare in piedi ne dentro ne fuori dopo le 21 (vale anche per pub, gelaterie, pasticcerie). Stop alle feste private cerimonie, non nelle abitazioni private dove il limite comunque, è fissato a 6 persone, ma nei locali pubblici, matrimoni e battesimi con 30 persone partecipanti al massimo, niente sale da ballo e discoteche.

Previous Coronavirus, Pagano (Lega): “Dpcm uccide settore ricevimenti”
Next Rubrica Sicilia, si è conclusa domenica 11/10/2020 la finale della prima edizione del culture quiz