PIETRAPERZIA. Da sempre siamo stati e saremo a fianco dei cittadini, soprattutto nei momenti di difficoltà

PIETRAPERZIA. Da sempre siamo stati e saremo a fianco dei cittadini, soprattutto nei momenti di difficoltà

PIETRAPERZIA. Lo dice Calogero Di Gloria, candidato sindaco per la lista civica “Insieme per Pietraperzia”. “Sono trascorsi circa 2 anni – continua Di Gloria – dalla chiusura della SS 640. Sin da subito ci siamo attivati per trovare un’alternativa valida, consapevoli che la riapertura dello scorrimento non sarebbe stata imminente, e il tempo ahimè ci sta dando ragione. Ci siamo battuti con le unghie e con i denti contro un’amministrazione sorda e inconcludente”. “La nostra proposta di riapertura della bretella Chianiole – dice ancora Calogero Di Gloria – voleva essere un modo per dare subito ossigeno a Pietraperzia che è rimasta isolata. Contestualmente abbiamo sempre offerto la nostra disponibilità a batterci per una riapertura dello scorrimento in tempi rapidi. In tanti sono rimasti a guardare. E oggi a ridosso delle elezioni SI PROPONGONO come alternativa”. “La lista ‘Insieme per Pietraperzia’ – dice ancora Calogero Di Gloria – e il candidato sindaco Calogero Di Gloria ripropongono con forza la necessità della bretella Chianiole, che sarà una delle priorità della futura amministrazione. Noi ci siamo stati e ci saremo con idee chiare e decise”. La consigliera comunale Silvia Romano dichiara: “Da due anni ormai la SS640 è chiusa con conseguenze che tutti noi sappiamo… Per noi lo scorrimento veloce e la sua riapertura, non sono uno slogan elettorale da tirare fuori adesso”. “Dall’indomani della chiusura – aggiunge Silvia Romano – ci siamo attivati anche per quella che ancora oggi reputiamo l’unica alternativa temporanea allo scorrimento : le Chianiole”. E conclude: “Ci siamo sempre stati e sempre ci saremo. La politica deve sapere ascoltare i bisogni dei cittadini, oggi questo essere sordi ci ha fatto perdere due anni di tempo”. La consigliera Rosa Maria Giusa dice: “Noi come opposizione, abbiamo da sempre sostenuto l’apertura della strada delle Chianiole, come NECESSARIA per la tutela dell’economia pietrina, ORMAI AL COLLASSO”. “L’esigenza della riapertura della strada alternativa a quella attuale, – conclude Rosa Maria Giusa – CONDIVISA da molti e da NOI PROPOSTA è però rimasta INASCOLTATA”. GAETANO MILINO

Previous PIAZZA ARMERINA. Lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti un arresto per coltivazione di sostanze stupefacenti del tipo marijuana
Next PIETRAPERZIA. Inaugurata la fontana di Viale Marconi.