BARRAFRANCA. Istituito il Centro Operativo Comunale – COC – Protezione Civile.

BARRAFRANCA. Istituito il Centro Operativo Comunale – COC – Protezione Civile.

 BARRAFRANCA. Il nuovo organismo, su determina del sindaco Fabio Accardi,  “per la direzione e il coordinamento dei servizi in soccorso ed emergenza alla popolazione, negli interventi di protezione civile per il contenimento della diffusione del coronavirus”. La nascita del COC Protezione Civile su determina del sindaco Fabio Accardi. Questi i responsabili delle varie branche: Funzione 1 Tecnica e Pianificazione: Responsabile Architetto Francesco Costa, supplente Ingegnere Santi Eugenio Diliberto; Funzione 2 Sanità Assistenza Sociale e Veterinaria: Responsabile dottore Salvatore Madonia o un suo delegato; Funzione 3 Volontariato: Responsabile Gaetano Bernunzo, supplente Filippo Caputo; Funzione 4 Materiale e Mezzi: Responsabile Dottoressa Giuseppina Crescimanna, supplente Giovanni Bellanti; Funzione 5 Servizi Essenziali: Responsabile Geometra Giuseppe Zuccalà, supplente Geom. Giovanni Ruggeri; Funzione 6 Censimento danni a persone e cose: Responsabile Geometra Giuseppe Cumia supplente Geometra Paolo Vanadia; Funzione 7 Strutture operative locali, viabilità: Responsabile Comandante Dottoressa Maria Costa, supplente Agente Claudio Marotta; Funzione 8 Telecomunicazioni Responsabile Riccardo Carli, supplente Alessandro Paternò; Funzione 9 Assistenza alla popolazione: Responsabile Dottoressa Anna Schirò, supplente Dottoressa Maria Angela Caputo. Ai responsabili  delle Funzioni viene riconosciuto l’esercizio di un Servizio di pubblica necessità. Salvatore Di Dio svolgerà le funzioni di segretario del COC in qualità di Responsabile dell’Ufficio di Protezione Civile. L’Ingegnere Santi Eugenio Diliberto, con sostituto l’Agente di PM Gaetano Massimo Ingala, è individuato quale Responsabile della Sala Operativa. Precisate anche le “specialità” di cui si occuperanno le funzioni:  1. Tecnica e Pianificazione: ha il compito di coordinare i rapporti tra le varie componenti-tecniche, cui è richiesta un’analisi del fenomeno in atto o previsto, con finalizzazioni relative all’impatto sul territorio comunale. 2. Sanità Assistenza Sociale e Veterinaria: La funzione pianifica e gestisce tutte le

problematiche relative agli aspetti socio-sanitari dell’emergenza. 3. Volontariato: La funzione coordina e rende disponibili uomini, mezzi e materiali da impiegare operativamente e partecipa alle operazioni di monitoraggio, soccorso ed assistenza.

  1. Materiale e Mezzi: La funzione fornisce ed aggiorna il quadro delle risorse disponibili o necessarie. 5. Servizi Essenziali: ha il compito di coordinare i rappresentanti dei servizi essenziali (luce, gas, acqua…) al fine di provvedere agli interventi urgenti per il ripristino delle reti. 6. Censimento danni a persone e cose: L’attività ha il compito di censire la situazione determinatasi a seguito dell’evento calamitoso con particolare riferimento a persone, edifici pubblici, edifici privati, impianti industriali, servizi essenziali, attività produttive, opere di interesse culturale, infrastrutture pubbliche ecc. al fine di predisporre il quadro delle necessità. 7. Strutture operative locali, viabilità: ha il compito di coordinare tutte le strutture operative locali, con la finalità di regolamentare la circolazione in corso di evento, per ottimizzare l’afflusso dei mezzi di soccorso 8. Telecomunicazioni: coordina le attività di ripristino delle reti di telecomunicazione utilizzando anche le organizzazioni di volontariato (radioamatori) per organizzare una rete di telecomunicazioni alternativa. al fine di garantire l’affluenza ed il transito delle comunicazioni di emergenza dalla ed alla sala operativa comunale. 9. Assistenza alla popolazione: Per fronteggiare le esigenze della popolazione sottoposta a stati di emergenza la funzione Assistenza ha il con il compito di agevolare al meglio la popolazione nell’acquisizione di livelli di certezza relativi alla propria collocazione alternativa, alle esigenze sanitarie di base, al sostegno psicologico, alla continuità didattica. “Le Funzioni di supporto – si legge nella stessa determina – si identificano essenzialmente in azioni e responsabili che hanno il

compito di supportare il Sindaco nelle decisioni da prendere e nell’assunzione di iniziative a carattere operativo per settori funzionali specifici. Tramite l’attività dei responsabili delle funzioni di supporto si avrà quindi la possibilità di tenere sempre efficiente il piano di emergenza che individua, per ogni funzione, un unico responsabile sia in emergenza sia in situazione ordinaria e questo consente al Sindaco di

utilizzare in emergenza, e nel Centro Operativo Comunale, esperti che già si conoscono e lavorano insieme raggiungendo una migliore omogeneità fra componenti e strutture operative a tutto vantaggio dell’efficienza”. La Sala Operativa sarà attivata per mezzo del Responsabile su comunicazione del Sindaco. In caso di assenza o impedimento del Sindaco la presidenza del C.O.C. verrà assicurata dal Vice Sindaco o da un Assessore delegato; la sede principale del C.O.C. di Protezione Civile del Comune di Barrafranca, è individuata negli uffici del Sindaco al piano primo del Municipio, sito in Piazza Regina Margherita. La sede secondaria da utilizzare qualora se ne ravvisi la necessità, ovvero nel caso in cui sia inagibile la sede primaria, rimane individuata nella sede del Comando di Polizia Municipale di Viale Signore Ritrovato n. 3. GAETANO MILINO

Previous ENNA. Trentacoste (M5S): “Ex Ciss diventi presidio covid-19 di riferimento per tutta la Regione”.
Next PIETRAPERZIA. Pensiero commosso dal sindaco Antonio  Bevilacqua per la tragica morte di Matthias.