PIETRAPERZIA. La consigliera comunale Rosalba Arcadipane abbandona il gruppo “M5S” e si dichiara indipendente.

PIETRAPERZIA. La consigliera comunale Rosalba Arcadipane abbandona il gruppo “M5S” e si dichiara indipendente.

- in Pietraperzia
Calogero Di Gloria e Silvia Romano

PIETRAPERZIA. Lei ora si riconosce nel gruppo di opposizione dei consiglieri comunali Calogero Di Gloria e Silvia Romano. Questa sua decisione da lei spiegata in un lungo comunicato letto durante i lavori del consiglio comunale. “Signor Presidente, chiedo la parola perché devo fare una dichiarazione da mettere a verbale. Sono in carica come consigliere da circa un mese e, nonostante qualche titubanza, ho voluto comunque restare nel Movimento nel quale ero stata eletta”. “Le titubanze – scrive ancora la Arcadipane – nascevano dal tatto che, in questi 4 anni, avevo visto perdersi quella forza e quel contatto con la gente che avevano contraddistinto il Movimento 5 Stelle pietrino fin dal suo nascere”. “E continua: “Ne ho avuto conferma in quest’ultimo periodo. Come ben sapete, sono rappresentante di un comitato cittadino che, a gran voce e in tutti i modi, sta cercando di chiedere al sindaco di riaprire una strada alternativa allo scorrimento che possa ridare ossigeno a Pietraperzia. Ebbene, abbiamo ricevuto solo diniego e scuse su scuse, ma mai un serio ascolto”. Rosalba Arcadipane continua: “Da quando, infine, sono nel gruppo consiliare. non sono mai stata coinvolta in nessuna azione, neanche preparatoria alle attività di consiglio stesso. Sono stata esclusa a priori da tutte le commissioni consiliari”. La Arcadipane conclude: “Non era questo quello che mi aspettavo. perciò, da questa sera, dichiaro di essere indipendente e di fare riferimento al gruppo consiliare Di Gloria Romano”. I consiglieri di opposizione Silvia Romano e Calogero Di Gloria dichiarano: “Siamo felici di potere accogliere nel nostro gruppo la consigliera Rosalba Arcadipane che decide di allontanarsi dal Movimento 5 Stelle dopo avere visto con i suoi occhi, in questi 4 anni, che  quanto da loro stessi ben predicato in campagna elettorale non ha trovato poi realizzazione nella loro attività amministrativa. Quello che più ci colpisce – continuano Romano e Di Gloria – è che l’allontanamento è dovuto principalmente al fatto che il Movimento ha perso, in questi anni, il rapporto con la gente che sembra quasi snobbare; emblematico di ciò, come ricorda la stessa Arcadipane, è la faccenda delle Chianiole”. E concludono: “Siamo infine soddisfatti che abbia scelto questo nostro gruppo e ciò ci inorgoglisce perché ha evidentemente trovato in noi ciò che non riusciva più a trovare nel Movimento e cioè quel costante ascolto della gente e dei suoi bisogni”. GAETANO MILINO

You may also like

ENNA, SABATO SCORSO LA “GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE” FRATRES CEM. SANGUE, ENNA CAPOLUOGO VIRTUOSO

Enna, per un giorno, capitale della donazione di