Barrafranca. I.S.I.S.S Falcone, messaggio di vicinanza e solidarietà a Giancarlo Amabiletti, maresciallo della stazione dei carabinieri

Barrafranca. I.S.I.S.S Falcone, messaggio di vicinanza e solidarietà a Giancarlo Amabiletti, maresciallo della stazione dei carabinieri

- in Barrafranca

Il messaggio

In merito al vile atto intimidatorio, perpetrato ai danni di Giancarlo Amabiletti, Maresciallo in servizio presso la Stazione dei Carabinieri di Barrafranca, il Dirigente Scolastico, gli Studenti, i Docenti e tutto il Personale dell’Istituto Statale d’Istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Falcone”, esprimono condanna e indignazione e manifestano vicinanza e solidarietà nei confronti di chi quotidianamente svolge con impegno e senso del dovere il proprio lavoro, mettendo a rischio la propria incolumità nella difesa della collettività.

Riteniamo doveroso che dalla Scuola, che è Presidio di Legalità, si diffonda
una coscienza civile che possa contrapporsi fermamente a qualsiasi atto intimidatorio
e illecito.

Nel nostro Istituto, per una strana coincidenza, proprio il 29 maggio, era stata
celebrata la “Giornata della Legalità”, alla presenza delle massime figure istituzionali
a livello provinciale, la dott.ssa Giusi Scaduto, Prefetto di Enna, il dott. Antonino Pietro Romeo, Questore di Enna, nonché i Comandanti Provinciali dei Carabinieri edella Guardia di Finanza, che hanno fatto sentire la presenza rassicurante dello Stato anche in una piccola comunità come la nostra.

Citando le parole del Prefetto di Enna, ci auguriamo che “la legalità non sia
un’ambizione ma la quotidianità”.

Il Dirigente Scolastico, gli Studenti,
i Docenti e tutto il Personale
dell’I.S.I.S.S. “G. Falcone” di Barrafranca

Messaggio di solidarietà dell’I.S.I.S.S. G. Falcone di Barrafranca al Maresciallo Giancarlo Amabiletti

You may also like

Antenne 5G. Fabio Venezia (PD): “La regione si attivi per chiedere al Governo nazionale di rivedere i valori di attenzione per i campi elettromagnetici a radiofrequenza”

“Di recente il governo nazionale ha previsto l’innalzamento