PIETRAPERZIA. Accoltella suo fratello per “la roba”. Arrestato per lesioni gravissime.

PIETRAPERZIA. Accoltella suo fratello per “la roba”. Arrestato per lesioni gravissime.

- in Pietraperzia




PIETRAPERZIA. Ad avere la peggio è stato il quarantaseienne Francesco Imprescia. L’uomo ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Questi i fatti. Francesco Imprescia, verso le sei e mezza di stamattina, si è incontrato con suo fratello, il quarantaduenne Filippo Imprescia per chiarire questioni sul possesso di terreni. La lite è subito degenerata e dalle parole si è passati ai fatti. Filippo Imprescia avrebbe afferrato un grosso coltello e colpito all’addome suo fratello Francesco. L’uomo, in un lago di sangue, si è accasciato per terra. Soccorso dai sanitario del 118, è stato trasportato con l’ambulanza medicalizzata di Pietraperzia nel nuovo campo sportivo di via Caltanissetta dove nel frattempo era atterrato l’elicottero dell’elisoccorso dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta che lo ha trasportato immediatamente nello stesso nosocomio. Francesco Imprescia è stato portato immediatamente in sala operatoria e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico da parte dei medici del Sant’Elia Giovanni Di Lorenzo e Marco Airò coadiuvati dagli anestesisti Rita D’Ippolito e Salvina Asaro. Attualmente per Francesco Imprescia la prognosi è riservata. L’accoltellatore, Filippo Imprescia è stato fermato dai carabinieri della stazione cittadina di viale Don Bosco e da quelli del Nucleo Radiomobile di Piazza Armerina con l’accusa di lesioni personali “aggravate nei confronti del proprio fratello” – si legge in un comunicato stampa del Comando provinciale carabinieri di Enna – ed accompagnato, dagli stessi militari dell’Arma, nella sua casa in regime di arresti domiciliari. La via Nazario Sauro dove è avvenuta la violenta lite è una traversa di via Sant’Orsola. GAETANO MILINO


You may also like

Antenne 5G. Fabio Venezia (PD): “La regione si attivi per chiedere al Governo nazionale di rivedere i valori di attenzione per i campi elettromagnetici a radiofrequenza”

“Di recente il governo nazionale ha previsto l’innalzamento