Barrafranca. “Democrazia calpestata” il comunicato stampa dei consiglieri Giuseppe Ferrigno e Salvatore Cumia

Barrafranca. “Democrazia calpestata” il comunicato stampa dei consiglieri Giuseppe Ferrigno e Salvatore Cumia

- in Comunicati Stampa

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa che i due consiglieri Giuseppe Ferrigno e salvatore Cumia ci hanno fatto pervenire in merito alla attuale situazione politica.

«In questi giorni si è consumato l’ennesimo strappo alla democrazia del nostro Paese.
In data 4 maggio 2018 l’Amministrazione comunale aveva portato al voto del Consiglio Comunale una proposta di istituzione dell’addizionale irpef dal 2014 e di aumento retroattive delle aliquote Tasi e IMU.
Nonostante i sei consiglieri che sostengono l’amministrazione (3 del P.D.R. Sicilia, 2 di Forza Italia, ed un ex consigliere del PD) abbiano votato favorevolmente all’introduzione retroattiva di tali tasse, noi consiglieri di opposizione con il nostro voto contrario siamo riusciti a fermare questo scempio.
Il Sindaco e un “autorevole consigliere”, non perdendosi d’animo a seguito di tale bocciatura, si sono rivolti all’Ass. Reg. agli Enti Locali che, a seguito di tale sollecito, ha nominato un commissario ad acta per sostituirsi al Consiglio Comunale.
Noi riteniamo che la nomina del Commissario ad acta da parte della Regione abbia calpestato in maniera palese le prerogative del Consiglio Comunale, unico organo rappresentativo e legittimato dalla volontà popolare, tenuto conto che noi consiglieri di opposizione abbiamo ampiamente motivato la bocciatura, in quanto riteniamo di dubbia legittimità, oltre che moralmente ingiusta per le tasche degli incolpevoli cittadini barresi, l’introduzione di aumenti retroattivi delle tasse comunali, che, tra l’altro, esporrebbe il Comune a molteplici ricorsi, per opporsi a tale ingiustizia, procurando ulteriori buchi finanziari nel già disastrato bilancio comunale.
Noi consiglieri comunali di opposizione riteniamo che, ancora una volta, si sia consumata un’ingiustizia nei confronti sia degli organi istituzionali democraticamente eletti, ma, soprattutto, ai danni dei cittadini barresi, che si vedranno recapitare richieste di pagamento per tasse già pagate per gli anni 2014 e 2015 e, cosa assai più grave, neppure esistenti in tali anni.
Per queste ragioni, ci opporremo in ogni sede contro tali gravissimi atti, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione a tutela dei cittadini.»
I Consiglieri Comunali
Giuseppe Ferrigno
Salvatore Cumia

You may also like

Antenne 5G. Fabio Venezia (PD): “La regione si attivi per chiedere al Governo nazionale di rivedere i valori di attenzione per i campi elettromagnetici a radiofrequenza”

“Di recente il governo nazionale ha previsto l’innalzamento