Barrafranca. Ritenuto ammissibile dalla Regione il finanziamento (2 milioni di euro) per i lavori di via Catania

Barrafranca. Ritenuto ammissibile dalla Regione il finanziamento (2 milioni di euro) per i lavori di via Catania

- in Barrafranca

Barrafranca. Circa 2 milioni di euro per i lavori per la mitigazione del rischio idrogeologico pendici via Catania. E’ stato ritenuto ammissibile da parte della regione Siciliana, così come di altri comuni, quello relativo al comune di Barrafranca. L’emergenza di rischio idrogeologico riguarda la scarpata di via Catania posta a ridosso del centro abitato. A darne notizia è il sindaco Accardi che lunedì scorso si sono recati a Palermo per sapere di più sul finanziamento di un progetto che dura da molti anni addirittura dalla legislatura Ferrigno quando nel 2011 sul luogo vi fece visita l’allora assessore regionale al Territorio e all’Ambiente, Sebastiano Di Betta. “ Il problema sul rischio idrogeologico di via Catania persiste da molto tempo- afferma il sindaco Accardi – e la Regione ha ritenuto ammissibile questo progetto”. La Regione metterà a finanziamento più di 45 milioni di euro per i vari progetti presentati dai vari comuni dell’isola. In precedenza era stato presentato un progetto preliminare ma quello definitivo alla Regione è stato presentato lo scorso settembre e a seguire i lavori sono stati gli ex assessori Luana Bevilacqua e Giuseppe Vetriolo in sinergia con Francesco Stranera, dipendente comunale.   Tale progetto inerente al consolidamento delle pendici di via Catania riguarda interventi per il miglioramento dell’assetto idrogeologico ed è sotto l’attenzione, così come altri progetti, da parte dell’assessorato regionale di competenza. Nel 2009 addirittura due geologi dell’assessorato regionale al territorio, Sandra De Castris e Gaetana Lo Cascio fecero un sopralluogo e constatarono che sussistevano elementi inerenti al rischio geomorfologico. La parete che dovrebbe essere messa in sicurezza divide la via Catania in pieno centro abitato ed è costituita prevalentemente da materiale sabbioso soggetta a movimenti gravitativi che interessano parte della gabbionata presente le cui incessanti piogge coinvolgono la sede stradale e le case sottostanti. Il numero di abitanti coinvolti nell’area oggetto d intervento è di circa cento unità.

RENATO PINNISI (Fonte La Sicilia)

 

 

 

 

 

 

 

You may also like

Protocollo d’Intesa tra la Sezione Teatro del Premio città di Leonforte e le associazioni culturali  Belvedere e Caracò.

Saranno tra gli osservatori ospiti della sfida tra