PIETRAPERZIA. È stato approvato dal consiglio comunale il ripiano disavanzo 2016

PIETRAPERZIA. È stato approvato dal consiglio comunale il ripiano disavanzo 2016

PIETRAPERZIA. Approvati, con i soli voti della maggioranza, tutti i punti all’ordine del giorno. I piani finanziari sono stati illustrati dal ragioniere Gianfilippo Marino, capo settore economico finanziario del Comune di Pietraperzia. In aula presenti anche il sindaco Antonio Bevilacqua e gli assessori Laura Corvo e Chiara Stuppia.

Consiglieri di maggioranza

Per il rendiconto gestione esercizio 2016, gli accantonamenti sono un milione 125 mila euro. L’avanzo di amministrazione ammonta, complessivamente, a 650 mila euro. Ripianato un disavanzo 216 di 512 mila euro.  Ancora una volta la maggioranza Pentastellata si è dimostrata granitica e compatta. L’opposizione ha votato No,  il consigliere di minoranza Calogero Di Gloria, Pd, sul rendiconto ha detto: “Si tratta di fondi di dubbia esigibilità. Bisogna fare di più per la riscossione dei crediti”. Il 5 Stelle Filippo Bevilacqua, maggioranza, ha detto: “Nel 2016 abbiamo ripianato un disavanzo di 512 mila euro. Le tasse non sono aumentate nonostante l’aumento delle spese a causa dei minori trasferimenti da Stato e Regione”. Ha poi detto che “l’addizionale Irpef incassata è nell’ordine del 73 per cento.

Consiglieri di opposizione

Per la Tari siamo al 50 per cento di incassato”. La Pd Silvia Romano, opposizione: “Il nostro voto negativo perché non sono stati ascoltati i nostri suggerimenti, consigli e input. L’ufficio ragioneria necessita di maggiori risorse umane e tecnologiche”. Antonio Viola, anche lui di opposizione, ha detto: “Pietraperzia attraversa numerose difficoltà e la situazione non è affatto rosea. Il paese è in uno stato di abbandono. La colpa è di chi amministra e non sa dare risposte concrete”. Ha poi parlato dell’aumento del fenomeno migratorio. Il capogruppo di maggioranza Michele Giusto ha citato i numeri del fenomeno migratorio massiccio anche negli anni dal duemila al 2014. Il sindaco Antonio Bevilacqua ha dichiarato: “Il senso di responsabilità lo stanno mettendo in pratica i consiglieri di maggioranza. Potenzieremo il settore riscossione anche con il ricorso ad una ditta esterna e ai decreti ingiuntivi”. “Il Comune – ha continuato il sindaco Bevilacqua – non può dare lavoro. La politica deve lavorare per il bene della collettività. Lavoriamo in maniera unitaria. Da parte nostra, ce la metteremo tutta  perché i nostri interventi apportino dei benefici e che questa fase difficile  ce la si possa lasciare alle spalle”. Ha poi aggiunto: “Con i 18 mila euro di un assessore in meno si è preso un altro caposettore”. I consiglieri di opposizione poi hanno fatto notare carenze igienico sanitarie al plesso “Verga”. Il sindaco Bevilacqua ha rintuzzato tali “accuse” ed ha detto: “Al Verga non ci sono problemi di ordine igienico sanitario”. Ha poi aggiunto: “Il nostro lavoro è mirato pure a fare ottenere il certificato di agibilità in tutti i plessi scolastici”. Sul Prg in fase di elaborazione ha detto: “Sul nuovo strumento urbanistico sono stati fatti alcuni passi avanti. Abbiamo studiato e sono emerse alcune criticità su cui si interverrà per eliminarle”. Ha poi parlato dei risparmi ottenuti con i pannelli fotovoltaici nelle scuole del paese e nel palazzo comunale. E ha concluso: “Ci impegniamo per presentare il nuovo Prg nei prossimi mesi al consiglio comunale perché l’aula faccia le valutazioni del caso”. Il consigliere di opposizione Antonio Viola ha invitato l’amministrazione comunale a mettersi subito al lavoro per procedere nell’esame degli atti che riguardano tale “argomento”. Gaetano Milino

 

Previous Nasce la confraternita intitolata alla Beata Vergine Maria Addolorata
Next PIETRAPERZIA. Riapre al Comune lo sportello Catastale. La convenzione con il Catasto di Enna era scaduta lo scorso dicembre.