Video / Il giornalista Antonio Ortoleva: “Andare in India è come affacciarsi nell’infanzia del mondo”.

Video / Il giornalista Antonio Ortoleva: “Andare in India è come affacciarsi nell’infanzia del mondo”.

L’induismo è entrato nella vita del giornalista Antonio Ortoleva e questo grazie al suo viaggio in India per studiare usi e costumi. La presentazione è avvenuta a Pietraperzia grazie alla dottoressa Mariangela Casano che ha posto domande all’autore. Riproponiamo alcune dichiarazioni dell’autore. “Andare in India – ha detto Ortoleva – è come affacciarsi nell’infanzia del mondo. In Occidente siamo un po’ più adulti”. “L’India – ha continuato Ortoleva – è popolata da molti giovani con età media inferiore ai 35 anni. In quel Paese, accanto alla modernità, si conservano tradizioni millenarie. Il volume prova a spiegare la convivenza fra il moderno e l’antico”. Nel subcontinente indiano si intersecano la modernità e la capacità di immergersi nella notte dei tempi”. Ha poi parlato del matrimonio in cui ci sono circa duemila invitati e delle conseguenti feste che durano una settimana. Più il matrimonio è ricco e maggiore è il numero degli invitati. “Il matrimonio – ha concluso Ortoleva – segna una nuova era per tutto il villaggio e la comunità”.

Previous A Trapani la prossima giornata della memoria e dell'impegno di Libera
Next Raccolta di sangue nella sede della Fratres di via Togliatti dalle 8,30 fino alle 10,30